NUOVE OPERAZIONI BPER SUL RISPARMIO GESTITO , SUI SOCI E SULLA REMUNERAZIONE DEIL’AMM DEL


MODENA 29 LUGLIO Banca popolare dell’Emilia Romagna s.c. informa che la controllata Optima S.p.A. SGR,nell’ambito del processo di cessione delle attività di gestione collettiva del risparmio a quest’ultimariferibili, ha deliberato, d’intesa con la Capogruppo, di avviare una trattativa in esclusiva con ArcaSGR S.p.A.. Tale decisione è stata assunta all’esito di un’attenta analisi delle Offerte Vincolantiricevute da più operatori, tenendo conto, anche nell’interesse dei sottoscrittori, sia degli aspetti dicarattere industriale sia dei profili economico-finanziari. In caso di esito positivo di tale trattativa, siprocederà alla stipula di un accordo che sarà, naturalmente, subordinato all’ottenimento delleautorizzazioni previste dalla legge.Inoltre, Banca popolare dell’Emilia Romagna informa che la propria controllata MeliorbancaS.p.A., in data 25 luglio, ha perfezionato la cessione, a favore di Exprivia S.p.A., del 100% delcapitale di Sistemi Parabancari S.r.l. (“Sis.Pa.”), per un corrispettivo complessivo di Euro 5,1milioni (dopo aver incassato nel corso del 2011 dividendi e distribuzione parziale di riserve percomplessivi Euro 1,3 milioni). Sis.Pa. è una società operante in Italia nell’outsourcing di serviziinformatici, legali e amministrativi rivolti alle società di factoring, che ha generato nel 2010 ricavida core business per circa Euro 7,1 milioni, un EBITDA di circa Euro 1,7 milioni ed un utile nettodi circa Euro 1,1 milioni.Banca popolare dell’Emilia Romagna comunica altresì che il proprio Consiglio di Amministrazione,nella seduta del 26 luglio, ha deliberato di apportare alcune modifiche al “Regolamento perl’ammissione a socio”. Oltre ad interventi di carattere formale, anche in recepimento di precedentimodificazioni dello Statuto sociale e della normativa rilevante, sono state riformulate alcuneclausole del Regolamento, riguardanti, in particolare, gli organismi di investimento collettivo delrisparmio e i documenti da presentarsi nell’ambito dell’iter procedurale di ammissione. Particolareattenzione è stata riservata all’aggiornamento delle clausole che impongono ai richiedenti di forniresufficienti elementi di trasparenza relativamente alla propria identità e attività. Il nuovo“Regolamento per l’ammissione a socio” entrerà in vigore dal 15 settembre 2011.Si informa infine che il Consiglio di Amministrazione della Banca, nella medesima seduta, hadeliberato le “Politiche di Remunerazione e Incentivazione”, da sottoporre all’Assemblea Ordinariadei Soci convocata per il 2-3 settembre prossimi, al fine di dare applicazione alle disposizioni inmateria emanate da Banca d’Italia in data 30 marzo 2011.In tale contesto il Consiglio, nell’ambito dell’attività di adeguamento contrattuale prevista dalledisposizioni, ha altresì deliberato, con piena condivisione da parte dell’Amministratore delegato,una revisione della remunerazione di quest’ultimo (finora determinata unicamente in misura fissa,nell’importo di Euro 1.700.000 annui).In conformità alle accennate disposizioni di Vigilanza, la remunerazione è stata divisa in quota fissaed in quota variabile, con quest’ultima destinata a determinarsi in relazione ai risultati, corretti per irischi, effettivamente conseguiti.Nello specifico è stata prevista la corresponsione, per la carica, di un emolumento annuo di Euro1.360.000 e l’eventuale riconoscimento di un bonus di massimi Euro 340.000 annui, conseguibile alraggiungimento di obiettivi quali-quantitativi determinati dal Consiglio di Amministrazione.A seguito della descritta rimodulazione, la remunerazione dell’Amministratore delegato si confermain linea con la media dei valori di mercato per posizioni comparabili.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet