LA BELLCO BATTE IL TERREMOTO CON L’INNOVAZIONE- LANCIO NUOIV PRODOTTI PER DIALISI


MIRANDOLA 29 MAGGIO Per la prima volta nella storia della depurazione extracorporea del sangue, Bellco presenta in contemporanea tre nuove rivoluzionarie apparecchiature al Congresso ERA-EDTA (European RenalAssociation/European Dialysis and Transplant Association) 2012 di Parigi. Bellco prosegue con coerenza nel percorso di forte innovazione tecnologica basata su know how e brevetti propri che da oltre quarant’anni contraddistingue la sua attività ed il suo posizionamento internazionale. Ancora una volta, Bellco stabilisce un nuovo “standard di riferimento” per il trattamento dei pazienti in dialisi e terapia intensiva.Personalizzazione e completezza delle possibilità terapeutiche sono comuni alle tre apparecchiature, che confermano l’impegno di Bellco ad offrire la terapia più appropriata a ciascun paziente. FLEXYA (per il paziente cronico) rende possibile il più ampio numero di trattamenti, adattandosi alle esigenzedi una popolazione dialitica sempre più anziana e problematica. Per i pazienti in terapia intensiva, AMPLYA si contraddistingue per inedita capacità d’integrazione, intuitività e versatilità ma soprattutto per la vasta gamma di possibilità terapeutiche, rappresentando uno strumento straordinario perintervenire su gravi patologie quali sepsi, insufficienza renale, respiratoria e multi organo, nelle quali si registrano elevati tassi di mortalità. CARPE DIEM (Cardio Pediatric Dialysis Emergency Machine), ideata e realizzata in collaborazione con il Dipartimento di Nefrologia di Vicenza diretto dal Prof.Claudio Ronco, centro di eccellenza a livello mondiale, permette di affrontare per la prima volta al mondo l’insufficienza renale acuta neonatale, patologia fino a oggi non coperta da opzioni terapeutiche.Avvenuta a pochi giorni dagli eventi sismici che hanno colpito il territorio emiliano, la presentazione di Flexya, Amplya e Carpe Diem ha raggiunto migliaia di medici ed esperti del settore convenuti da tutto il mondo ed è stata accolta con grande partecipazione, costituendo l’evento più rilevante delCongresso. Il successo di Parigi, che corona anni di ricerca e sviluppo in collaborazione con la comunità medico-scientifica, dà a Bellco, impegnata in questi giorni nel tempestivo ripristino delle sue aree diattività danneggiate dal sisma, un forte impulso per continuare ad affermare la sua presenza sul mercato internazionale e per guardare al futuro con grande positività e determinazione.“La nostra convinzione, alla base dei tre nuovi sistemi terapeutici, è che solo con un approccio personalizzato sia possibile rispondere alle esigenze terapeutiche di ciascun paziente” commenta Stefano Rimondi, Amministratore Delegato di Bellco. “La nostra visione è sempre stata ispirata dallacollaborazione con Università e Centri Ospedalieri d’eccellenza in Italia e nel mondo. E’ con questo spirito che abbiamo inteso essere presenti a Parigi, nonostante i problemi creati dal sisma di pochi giorni fa. Lo abbiamo voluto fortemente insieme ai nostri dipendenti, collaboratori, fornitori che con illoro impegno e la loro abnegazione hanno reso possibile la conferma di questa prestigiosa presenza. Li ringraziamo tutti sentitamente per avere permesso questo successo”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet