Oggi a Maranello l’assemblea annuale degli Ingegneri modenesi


MARANELLO 29 NOVEMBRE L’Ordine degli Ingegneri di Modena terrà oggi apartire dalle ore 18 presso il Museo “Casa Enzo Ferrari”, la propria assemblea annuale. L’appuntamento rappresenta un momento centrale nella vita associativa dell’Ordine provinciale – che conta circa 2 mila iscritti – ed assume quest’anno una valenza ulteriore per i temi che hanno caratterizzato l’attivitàdell’Ordine nell’ultimo anno: il terremoto che ha colpito la Bassa modenese, l’annunciata riforma degli ordinamenti professionali, la riaffermazione dei principi di etica e legalità nell’ambito lavorativo.“Questo è stato l’anno del terremoto nella Bassa, evento terribile ed inatteso che ha visto in prima linea tanti nostri iscritti che hanno contribuito con il proprio operato qualificato e gratuito alla gestione dell’emergenza e della ricostruzione” dichiara in proposito Augusto Gambuzzi, presidente dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Modena. “Non possiamo dimenticare – prosegue Gambuzzi – che il terremoto ha fatto una vittima anche tra i nostri colleghi, colpendo in Gianni Bignardi uno dei più valenti ed apprezzatiingegneri modenesi. Per ricordarlo degnamente abbiamo deciso di dedicare alla sua memoria un premio di laurea, che andrà a riconoscere i migliori studenti della nostra Facoltà di Ingegneria”.L’Ordine modenese ha speso energie e risorse anche per informare e preparare gli iscritti all’annunciata riforma delle professioni, organizzando diversi momenti formativi e mettendo a disposizione un’appositacommissione tematica. Molto rilevante, inoltre, anche il lavoro svolto sui temi dell’etica e della legalità: “Gli ingegneri modenesi sono parte attiva del CUP-Comitato Unitario delle Professioni e della suacommissione di contrasto alle mafie ed alla corruzione – sottolinea il presidente Gambuzzi – oltre ad aver concretamente contribuito alla stesura ed all’adozione della prima Carta Etica delle Professioni realizzata inItalia”. L’impegno per la legalità vedrà un’ulteriore concretizzazione nei prossimi giorni, con la realizzazione di un corso di formazione per professionisti in collaborazione con l’associazione Libera.“Stiamo anche lavorando per aprire i nostro Ordine ai giovani – conclude Gambuzzi -, ad esempio riconoscendo ai neolaureati una quota di iscrizione ridotta. Inoltre, proprio nel corso dell’assemblea di domani, sarà presentata ufficialmente la nostra nuova commissione dedicata appunto ai giovani ingegneri che si affacciano al mondo del lavoro, costituita per dare loro un supporto ed uno stimolo nei primi anni dell’attività professionale”.L’assemblea vedrà anche la gradita partecipazione dell’Assessore alla Programmazione ed alle Infrastrutture del Comune di Modena, ing. Gabriele Giacobazzi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet