CHEF EXPRESS (Gruppo Cremonini) INAUGURA I NUOVI PUNTI DI RISTORAZIONE A MILANO MALPENSA


MODENA 28 LUGLIO Da ieri gli oltre 19 milioni di passeggeri che ogni anno transitano nell’aeroporto di MilanoMalpensa hanno a disposizione una nuova offerta di ristorazione che valorizza le tipicitàregionali. Chef Express S.p.a., società controllata al 100% dal Gruppo Cremonini, ha infattiinaugurato i nuovi spazi di ristorazione in due aree distinte all’interno dell’aeroportolombardo. Cremonini ha acquisito i locali precedentemente gestiti dalla società Onama(Gruppo Compass) e li ha completamente ristrutturati con un investimento di circa 1,5milioni di Euro.I nuovi locali sono entrambi ubicati nel Terminal 1: nella zona arrivi sono stati realizzati unbar Mokà e un Bakery Concept a marchio Mr. Panino, mentre nella zona partenze AreaSchengen è stato inserito un altro bar Mokà ed è stata realizzata una food court a marchioSapoRE, un nuovo concept destinato specificatamente agli scali aeroportuali e alle stazioniferroviarie più importanti.Il fatturato complessivo previsto è di circa 36 milioni di Euro nell’arco dei sei anni dellaconcessione.Secondo Valentino Fabbian, AD di Chef Express, “essere presenti a Milano Malpensa, unodei principali aeroporti europei, è un motivo di particolare orgoglio. Questo aeroporto è unbiglietto da visita per l’Italia e siamo contenti di aver contribuito ad arricchire l’offerta diristorazione valorizzando anche le componenti gastronomiche locali, che sono poi una delleprincipali vetrine del Made in Italy nel mondo. Qui abbiamo fatto un investimento importanteperché siamo convinti che la ristorazione aeroportuale abbia forti prospettive di sviluppo esiamo pronti a replicare i nostri format innovativi anche in altri scali, oltre a quelli che giàpresidiamo ”.“Siamo molto lieti che Chef Express del Gruppo Cremonini abbia scelto Milano Malpensa,come uno dei principali aeroporti per arricchire l’offerta di ristorazione, che rappresenta unelemento qualificante del servizio aeroportuale. – ha dichiarato Giulio De Metrio, ChefOperating Officer & Deputy CEO di SEA – Stiamo operando e lavorando per sviluppare emigliorare qualitativamente l’offerta di prodotti, spazi e servizi di Milano Malpensa conl’obiettivo di rispondere al meglio alle esigenze dei passeggeri. La strategia attuata è quelladella differenziazione dell’offerta, con l’introduzione di marchi di prestigio e la strettacollaborazione tra gestore aeroportuale e grandi gruppi di ristorazione, per l’introduzione dinuovi format che valorizzino l’aerostazione e tutti i servizi offerti al passeggero”.Il bar-caffetteria a marchio Mokà è un format di Cremonini dedicato alle location di profilomedio-alto: offre un’ampia gamma di prodotti selezionati di caffetteria, croissanteria,pasticceria e piatti gourmet. Il locale Mr. Panino è un Bakery Concept recentementerivisitato, con ricettazioni originali, ingredienti genuini e legati alla tradizione italiana.Il locale della zona arrivi occupa una superficie di 200 mq, di cui 80 mq destinati ai tavoli con60 posti a sedere.La novità maggiore è nella zona delle partenze e risiede nella food court realizzata sotto ilbrand SapoRE, un format di ristorazione che vuole essere il RE del sapore e del gustoitaliano, con una struttura modulare formata da diversi corner, ciascuno caratterizzato daun’offerta gastronomica tipica del territorio italiano e regionale. I corner proposti aMalpensa sono tre: Cotoletta&Co, dove si può gustare la classica cotoletta alla milanese conla tipica “orecchia d’elefante”; Focaccia & Mortadella dove il cliente può scegliere di farcirea piacimento varie tipologie di pani e focacce preparate al momento con salumi affettati avista; e infine Pasta&Primi dove vengono proposti primi piatti d’eccellenza. L’offerta ècompletata da un altro bar Mokà e complessivamente la superficie occupata è di circa 200mq, con tavoli per 80 posti a sedere.I nuovi locali di Malpensa impiegheranno circa 80 persone e saranno apertiorientativamente dalle 5 di mattina alle 22.Con questo nuovo locale si rafforza la presenza di Chef Express nel settore della ristorazioneaeroportuale con la presenza in sette aeroporti (oltre a Malpensa, Genova, Bergamo, RomaFiumicino, Roma Ciampino, Cagliari e Parma) per complessivi 40 punti vendita e unfatturato 2010 pari a 38,4 milioni di Euro. Per il 2011 si prevede di raggiungere un fatturatodi 50 milioni di Euro.Nel 2010 Chef Express S.p.a. ha realizzato ricavi totali consolidati per 675,8 milioni di Euro,in crescita del 21,1% rispetto al 2009. Anche nel 2011 è prevista una crescita, con unfatturato che si attesterà intorno ai 700 milioni di Euro.Nel settore della ristorazione in concessione, oltre agli aeroporti, Chef Express è leader inItalia nel mercato dei buffet di stazione, con la presenza in 43 scali ferroviari, ed è presenteanche nel settore della ristorazione autostradale, con 36 aree di ristoro. Nel mercato dellaristorazione a bordo treno Chef Express è il 1° operatore in Europa con oltre 1.000 treniserviti quotidianamente in 6 Paesi Europei. Infine nella ristorazione commerciale ha lanciatouna catena di steakhouse a marchio Roadhouse Grill, che oggi conta 27 locali in Italia

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet