La cedola Marr soddisfa gli azionisti


MODENA 28 APRILE A cinque anni dalla quotazione in Borsa il tutolo Marr, società di Rimini specializzata nelle forniture al food service controllata dal gruppo Cremonini di Modena , continua a dare soddisfazione a quasi 6mila azionisti che hanno creduto e credono nella società guidata dall’amministratore delegato Ugo Ravanelli.Il Consiglio di Amministrazione di MARR S.p.A. tenutosi al termine dell’Assemblea odierna ha confermato Ugo Ravanelli, unico amministratore esecutivo, nella carica di Amministratore Delegato attribuendogli i relativi poteri.I componenti degli organi di amministrazione e controllo sono stati eletti dalle liste presentate dall’azionista di maggioranza Cremonini S.p.A.. Consiglio di amministrazione: Illias Aratri; Alfredo Aureli (Indipendente); Giosuè Boldrini; Vincenzo Cremonini; Paolo Ferrari (Indipendente); Giuseppe Lusignani (Indipendente); Ugo Ravanelli. Collegio sindacale:Membri Effettivi: Mario Lugli; Marinella Monterumisi; Ezio Maria Simonelli (Presidente del Collegio Sindacale). Membri supplenti: Davide Muratori; Simona Muratori.L’Assemblea ha inoltre confermato Vincenzo Cremonini quale Presidente del Consiglio di Amministrazione. Gli Amministratori e i Sindaci resteranno in carica per tre esercizi sociali e quindi fino all’assemblea che sarà chiamata ad approvare il bilancio dell’esercizio 2013. La Capogruppo MARR S.p.A. ha realizzato ricavi totali per 1.102,3 milioni di Euro rispetto a 1.054,4 milioni di Euro del 2009 (+4,5%) ed un utile netto di 45,1 milioni di Euro, in incremento del 17,0% rispetto ai 38,5 milioni di Euro del 2009. L’Assemblea ha approvato la distribuzione agli Azionisti di un dividendo lordo di 0,50 Euro per azione (0,46 Euro nell’esercizio precedente) con stacco cedola (n. 6) il 23 maggio e pagamento il 26 maggio. Nei primi tre mesi dell’anno, seppure poco significativi per il loro contributo ai ricavi di vendita dell’intero esercizio, le vendite consolidate del Gruppo MARR si sono confermate in crescita e in lineacon gli obiettivi prefissati.Il mercato di riferimento pur incerto presenta segnali di una tendenziale ripresa, in tale contesto il management della società si conferma orientato a: rafforzare la propria leadership di mercato,mantenere sotto controllo la gestione del capitale circolante commerciale e confermare i livelli di redditività raggiunti e confermati anche nel corso del 2010.Nel 2010 i ricavi totali consolidati hanno raggiunto 1.193,0 milioni di Euro, in aumento di oltre 54 milioni (+4,8%) rispetto a 1.138,4 milioni di Euro del 2009. In progresso la redditività operativa con EBITDA a 83,0 milioni di Euro (+12,4% rispetto ai 73,8 milioni di Euro del 2009), che raggiunge il 6,9% di incidenza sui ricavi totali ed EBIT a 71,1 milioni di Euro (+12,5% rispetto ai 63,2 milioni di Euro del 2009).Il risultato netto consolidato ha raggiunto i 45,7 milioni di Euro, in incremento di oltre 7 milioni (+18,5%) rispetto ai 38,5 milioni di Euro del 2009. A fine 2010 l’indebitamento finanziario netto è stato di 156,3 milioni di Euro in linea con l’importo dell’anno precedente e con un rapporto posizione finanziaria netta su EBITDA pari a 1,88 (2,12 a fine 2009).In miglioramento la generazione di cassa con un free cash flow prima dei dividendi pari a 30,6 milioni di Euro, rispetto ai 23,1 milioni di Euro del 2009.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet