Ceramics of Italy a Sia Guest 2011, tra innovazione ed accoglienza


sassuolo 25 novembre La ceramica a confronto con l’ospitalità: due realtà che si incontrano all’insegna dell’innovazione e dell’eccellenza a Rimini Fiera, dal 26 al 29 novembre 2011. L’occasione a cui anche quest’anno Confindustria Ceramica, sotto il marchio Ceramics of Italy, partecipa alla 61° edizione di Sia Guest, il Salone Internazionale dell’Accoglienza. Il richiamo è forte, si tratta di un evento che offre un mix unico di innovazione, tendenze, atmosfere e approfondimenti, che si evolve con il mercato e che guarda agli scenari futuri con esperienza ed intuito. Tutti elementi di un successo consolidato nei decenni e confermato dai numeri dell’edizione più recente: nel 2010 si sono contati 60mila metri quadri di esposizione, 600 aziende espositrici, più di 35mila visitatori professionali, 150 delegazioni provenienti da 17 paesi, 45 tra convegni, workshop, mostre, concorsi, aree dimostrative, quasi 300 giornalisti accreditati con innumerevoli riscontri positivi sulla stampa specializzata e sui grandi network televisivi e radiofonici. Un appuntamento importante, dunque, a cui il settore delle piastrelle di ceramica non manca di portare il proprio contributo creativo in termini di sperimentazioni ricercate e all’avanguardia nel campo del design per l’hotellerie. L’iniziativa, realizzata da Edi.Cer. Spa società controllata da Confindustria Ceramica, rappresenta infatti un occasione di incontro tra il settore delle piastrelle di ceramica e gli operatori del mondo dell’ospitalità e dell’accoglienza. La partecipazione del marchio Ceramics of Italy si realizza nella presenza di uno stand collettivo disegnato dagli architetti Dante Donegani e Giovanni Lauda, vetrina d’eccezione della tradizione, dell’innovazione e della creatività dell’industria della piastrella ceramica italiana. A contatto diretto con i principali professionisti internazionali del comparto alberghiero e ricettivo, sono nove le aziende raggruppate in uno spazio espositivo di 288 metri quadri: Atlas Concorde, Casalgrande Padana, Ceramiche Keope, Cotto d’Este Nuove Superfici, Fap Ceramiche, Impronta Ceramiche, Mirage, Petracer’s, Refin Ceramiche. All’interno dello stand sarà allestito anche un infopoint divulgatore della qualità e della versatilità della ceramica Made in Italy ai visitatori internazionali del Salone. A queste aziende che partecipano collettivamente sotto l’egida del marchio Ceramics of Italy sono riservate importanti opportunità, grazie ad un accordo stipulato da Edi.Cer. con gli organizzatori di Sia Guest: presso lo stand (n° 117-118 allestito nel padiglione n.5) verrà ospitata la delegazione di 38 buyer provenienti da Oman, Brasile, India, UAE, Qatar, Arabia Saudita, veicolata nell’ambito del progetto della Camera di Commercio di Rimini dal titolo “Abitare e Costruire”. Le aziende partecipanti potranno inoltre fornire i materiali di rivestimento, con relativa posa e disallestimento, per l’area mostra presente all’interno del padiglione C3 dove saranno allestite le aree del Food & Beverage in Hotel e dove si terranno i workshop dedicati alla ristorazione in hotel nelle giornate di domenica 27 e lunedì 28 novembre. Infine, contestualmente allo svolgimento del Salone si terrà l’invio di una newsletter Ceramics of Italy contenente news aziendali ad un mailing list di 30 mila nominativi.Il pubblico selezionato e qualificato di Sia Guest anche quest’anno si immergerà a 360° nel mondo dell’ospitalità e potrà spaziare tra arredamento per hotel e ristoranti, accessori e complementi di arredo, componenti per l’edilizia, biancheria, cristalli, porcellane, attrezzature per fitness e centri benessere, arredo bagno, tessuti e rifiniture per interni, luci, light design, sistemi per il risparmio energetico, informatica e sistemi di gestione, impianti per ristorazione e bar. L’incontro tra domanda e offerta sarà ulteriormente favorito dal contesto interattivo e da percorsi di incontri business to business tra buyer e aziende espositive. Una fiera che mira alla concretezza di business, dunque, e che implementa l’offerta attraverso mostre, convegni e seminari di alto livello in ambito benessere, ricezione, ristorazione e sostenibilità ambientale. L’evento vanterà come ogni anno una partecipazione diversificata e competente composta da hotel manager, proprietari d’albergo, gestori di ristoranti, buyer di catene alberghiere, proprietari di beauty farm, chef, architetti, designer e giornalisti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet