Banco Popolare: anche Fondazione Cassa Carpi pronta ad aumento


CARPI 25 GENNAIO -C’e’ un’altra fondazione del mondo Unicredit che esamina attentamente l’ingresso nel Banco Popolare. Dopo Cariverona e Crt, anche la fondazione Cassa di Carpi sarebbe intenzionata a sottoscrivere una piccola quota dell’aumento di capitale di 2 mld del Banco. Il dossier dovrebbe prendere consistenza la prossima settimana; nel Banco Popolare la Cassa di Crpi potrebbe decidere di mettere un cip inferiore allo 0,5% come mero investimento finanziario da aggiungere agli altri in portafoglio: lo 0,1% circa di Unicredit riveniente dall’incorporazione della Cassa di Carpi in piazza Cordusio avvenuta nel 2003 e poi un pacchetto della Banca Popolare Emilia Romagna.E’ sintomatico che tre fondazioni dell’area Unicredit, senza creare smottamenti nell’azionariato del gruppo milanese, in ordine sparso, voglia diversificare proprio sul Banco Popolare. Dove non si esclude che anche un’altra fondazione emiliano-romagnola possa seguire lo stesso esempio.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet