Kütahya sbarca a Firano e stacca commessa green alla System


modena 24 giugno L’azienda ceramica turca Kütahya Seramik aprirà in autunno, dopo il Cersaie, uno show room di 1.800 metri quadrati a Fiorano Modenese..
«Per essere una compagnia internazionale occorre venire qui, nel cuore della produzione mondiale di piastrelle e questo è il motivo per cui abbiamo scelto di aprire a Fiorano un nuovo show-room: questa è la piattaforma verso il mondo», dichiara Erkan Gural, presidente del gruppo ceramico turco. Headquarter 300 chilometri a ovest di Ankara, 20 milioni di mq di piastrelle prodotti ogni anno in Turchia (già oggi un terzo è export) e investimenti in tecnologia al ritmo medio di 20 milioni di dollari l’anno per assicurare la scalata ai marchi leader nell’alto di gamma.
Non a caso Kütahya ha firmato con la System di Fiorano – tra i big italiani dell’automazione, quasi 300 milioni di fatturato, di cui l’80% export e il 6% investito ogni anno in R&S – una partnership che porterà i turchi a utilizzare, primi al mondo, la nuova tecnologia green modenese, grazie alla quale produrranno 8mila mq al giorno di piastrelle dimezzando consumi e costi. «Il cuore del nostro processo industriale – spiega il presidente di System, Franco Stefani – è una rivoluzionaria pressa, chiamata Gea, che restituisce prodotti già perfettamente planari, da non levigare, pronti per la lucidatura. Ciò permette di ridurre del 50% i consumi di energia e di materie prime. Una svolta epocale rispetto agli attuali standard produttivi». L’investimento su Fiorano del gruppo Kütahya – un miliardo di dollari di fatturato e 8mila addetti tra piastrelle e stoviglieria, segmento quest’ultimo in cui è leader mondiale.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet