BPER – L’AD VIOLA- NESSUNA ACCELERAZIONE VERSO BASILEA 3


MODENA 22 MARZO 
In vista dell’assemblea , bilancio e nomine in Cda, della Banca Popolare dell’Emilia Romagna (la prima che consente ai soci di partecipare da sedi decentrate ) l’Ad Fabrizio Viola dice: «Sulla base delle nuove regole di Basilea 3 la nostra banca sarà in grado di rispettare i nuovi parametri nella tempistica prevista. Le riserve di rivalutazione, l’autofinanziamento previsto e la conversione del bond saranno sufficienti per rispettare tali parametri. Se, invece, si vorrà imprimere una accelerazione rispetto al timing 2015-2019 per i requisiti di patrimonializzazione, le cose cambieranno. Per noi come per tutti». Le azioni di risparmio, con Basilea 3, incidono negativamente sul Tier 1. Nella controllata Banco di Sardegna per BPER valgono 60 milioni di euro. “L’impatto è marginale. Lo valuteremo, dopo l’estate, con il nuovo piano industriale 2012-2015. L’elemento più rilevante per il nostro gruppo è piuttosto rappresentato dalle minority” conclude Viola.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet