TERNA: QUOTA MINOZZI SEMPRE PIU’ VICINA A ENEL


sassuolo 22 dicembre-Romano Minozzi (Iris Ceramica FMG, Ariostea e GranitiFiandre) ormai tallona Enel nel capitale di Terna.L’imprenditore emiliano, si legge su MF, detiene il 5,069% della spa dei tralicci, mentre l’ex monopolista elettrico ha il 5,094%. Da quando e’ entrato nel Cda non ha mai interrotto la campagna acquisti. Ma sono le ultime due operazioni ad averlo catapultato al 5,069%.A meta’ dicembre, l’azionista-consigliere, ha speso oltre tre milioni di euro per rastrellare 900 mila azioni Terna al prezzo unitario di 3,3 euro. L’acquisto piu’ corposo e’ avvenuto a titolo personale, oltre 2,2 milioni di euro per 680 mila azioni, mentre un pacchetto di altri 225mila titoli, per un controvalore di circa 742 mila euro, e’ stato preso in carico da Iris Ceramica. Ma le transazioni record, da quando Minozzi e’ entrato nel board, restano quelle di novembre e settembre scorsi, con l’acquisto in piu’ blocchi di oltre 2,5 milioni di titoli, per i quali sono stati pagati circa otto milioni di euro. In totale, da agosto a meta’ dicembre scorsi, l’imprenditore di Castelnuovo Rangone (Modena) ha piazzato sei operazioni sul capitale Terna. Per inciso, nel frattempo, ha trovato anche il modo di acquistare e vincolare al patto di sindacato di Mediobanca un altro milione di azioni (lo 0,12% circa del capitale).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet