Lambrusco con l’“Emilia” ancora più legato al territorio


MODENA 2 OTTOBRERE E’ programmato per martedì 9 ottobre 2012, alle ore 11,30, presso la “Sala Leonelli” della Camera di Commercio, via Ganaceto n. 134 – Modena, indetta dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, si terrà la riunione di pubblico accertamento relativa alla proposta di modifica del disciplinare di produzione dei vini a denominazione geografica I.G.T. “Emilia” o “dell’Emilia” che sostituirà quello precedente riservato ai vini da tavola IGT “Emilia” o “dell’Emilia”.La domanda di modifica del disciplinare di produzione dei vini IGT “Emilia” o “dell’Emilia” è stata presentata in conformità alla normativa vigente dal Consorzio Tutela Vini Emilia in rappresentanza delle imprese viticole, delle imprese di trasformazione, delle imprese di imbottigliamento, che rivendicano o utilizzano la menzione “Emilia” o “dell’Emilia”.Con il riconoscimento del nuovo disciplinare dell’IGT Emilia i produttori desiderano tutelare le produzioni ponendo in evidenza il legame con il territorio di origine al fine di valorizzare il nome “Emilia” per creare opportunità di mercato più vantaggiose per tutte le imprese della filiera.Il Consorzio Tutela Vini Emilia che rappresenta il 70% delle imprese vitivinicole utilizzatrici della menzione “Emilia” ritiene fondamentale tutelare il legame con il territorio di produzione attraverso una denominazione di origine geografica per valorizzare ulteriormente l’intero territorio e la tradizione vitivinicola riconosciuta sui mercati nazionali ed esteri.Il testo del disciplinare di produzione proposto per la modifica del disciplinare di produzione dei vini IGT “Emilia” o “dell’Emilia” può essere richiesto alla segreteria del Consorzio Tutela Vini Emilia, viale Virgilio n. 55 – 41123 Modena, telefono 059 208610, indirizzo mail ermi.bagni@lambrusco.net .

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet