MO 19/5/2011CERAMIC TILES OF ITALY CONTINUA IL TOUR DI PRIMAVERA


SASSUOLO 19 MAGGIO Continua il viaggio di Ceramic Tiles of Italy da marzo, e il tour di primavera è appena cominciato! Subito dopo l’AIA National Convention e l’Expo di New Orleans, Ceramic Tiles of Italy si è DIRETTO verso nord-est a New York per l’International Contemporary Furniture Fair (ICFF) . Sponsorizzato dalla Italian Trade Commission e da Confindustria Ceramica (L’associazione italiana dei produttori di piastrelle di ceramica) il padiglione di Ceramic Tiles of Italy (N. 1632) ha presentato fino al 17 maggio pannelli illustrativi di undici diversi produttori molti dei quali si presentano per la prima volta all’ICFF. Questi produttori rappresentano la varietà disponibile di forme, dimensioni, struttura e formati e fungono da dimostrazione del perché della posizione dell’industria ceramica italiana quale leader in innovazione, qualità, design e tendenza. Considerato un summit globale che mostra ciò che c’è di meglio e le nuove tendenze nel design, l’ICFF attira ogni anno più di 25.000 appassionati di design da tutto il mondo. “Siamo entusiasti di essere qui per il terzo anno consecutivo. La fiera offre l’occasione ai nostri iscritti di presentare ai più importanti designer ed architetti del settore le loro più recenti produzioni” dice Franco Manfredini, Presidente di Confindustria Ceramica. Le 11 società ceramiche italiane presenti nel padiglione, che comprendono: Appiani, Atlas Concorde, Casalgrande Padana, FAP Ceramiche, Giovanni de Maio, Impronta Ceramiche, Cooperativa Ceramica d’Imola, Mirage, Petracer’s, Rondine, e Vogue verranno con un mix di collezioni improntate al design per soddisfare il senso estetico di un pubblico attento. Aniello Musella, Trade Commissioner e Executive Director per gli USA, aggiunge, “È formidabile avere una fiera come questa qui nel nostro cortile di casa. Il nostro Ceramic Tile Department ha sede a New York ed è qui per fungere da borsa dell’informazione per l’industria ceramica italiana e anche come importante collegamento tra i produttori italiani e il mercato nordamericano. Una fiera come l’ICFF è una grande opportunità per l’Italia di comunicare e di essere in contatto con la comunità dei designer americani.”Spaziando dall’Emilia Romagna fino alla costiera amalfitana, questo gruppo di partecipanti rappresenta le principali regioni italiane per la produzione di piastrelle di ceramica. Ognuno porta con sé la propria specialità. In termini di prodotti, i visitatori possono aspettarsi di vedere ceramiche porcellanate che offrono le perfette prestazioni per pavimentazioni esterne, facciate ventilate e sistemi rialzati di pavimentazione; nuove presentazioni ecocompatibili prodotte con buona percentuale di materia riciclata; ceramiche fatte a mano e collezioni di prestigiosi designer. Oltre al padiglione, alcuni produttori italiani tra i quali Lea North America e Mutina hanno lanciato alla fiera nuove collezioni. Lo stand Lea (N. 1248) si è rivelato il posto ideale per vedere ceramiche porcellanate di grandi dimensioni e super sottili. La Mutina sarà per certo la più chiacchierata della mostra Stone Source (N. 2026). Quest’anno, la designer Patricia Urquiola, nota a livello internazionale, e’ stata presente nello stand per conversare sulla sua collaborazione con i produttori italiani di piastrelle di ceramica e sul suo più recente lavoro nel mondo della ceramica.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet