DOMANI CHIUDE LA FIERA CONVERINGS- BENE LE PIASTRELLE IN USA


SASSUOLO 19 APRILE Chiude domani l’edizione 2012 di Coverings. La rassegna statunitense ha fatto ritorno all’Orange County Convention Center di Orlando, in Florida e lo spazio Ceramics of Italy, organizzato da Confindustria Ceramica con il sostegno del Ministero Italiano per lo Sviluppo Economico, si contraddistingue per un nuovo e vivace design. Lo stand, ispirandosi all’idea di una piazza italiana, è caratterizzato da gradini rivestiti di piastrelle che si alzano agli angoli del padiglione fino a scoprire il bancone informazioni e l’area ospitalità. Attorno allo stand centrale sono oltre 50 le aziende produttrici di piastrelle italiane presenti con le proprie esposizioni che mettono in mostra le ultime collezioni. A seguito del Ceramics of Italy Exhibit Design Challenge – concorso per la progettazione del padiglione italiano a Coverings 2012 – Ceramics of Italy presenta quindi “Piazza Ceramica” (stand n.4623). Progettato da e+i studio, studio di architettura e design con sede a New York, lo stand istituzionale, di circa 300 metri quadrati, è stato trasformato in una vera e propria piazza; dai pavimenti alle pareti, ai gradini fino ai controsoffitti, ogni superficie del padiglione è rivestita con piastrelle italiane prodotte da Atlas Concorde, Caesar, Emilceramica, Fioranese, Florim, Lea e Marazzi. Hanno contribuito alla realizzazione anche Mapei, Fila, Profilpas e Stratos. Inoltre, “Piazza Ceramica” rappresenta un ampio spazio a disposizione del pubblico per gli incontri all’interno della fiera ed un punto centrale per raccogliere informazioni sui più recenti sviluppi nell’industria ceramica italiana. Il punto di ristoro servirà anche autentici pasti italiani preparati da quello che da lunga data è il team culinario del padiglione italiano: gli chef Carlo Donadoni e Graziano Sbroggio dello Spuntino di Miami.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet