PRIMI SUI MOTORI: AUMENTO DI CAPITALE-ENTRA CARLO FONARO


MODENA 19 DICEMBRE Il Consiglio di Amministrazione di Primi sui Motori, società modenese quotata su AIM Italia, mercato organizzato e gestito da Borsa Italiana SpA, e leader di mercato in Italia nei servizi di posizionamento sui motori di ricerca (SEO), comunica la sottoscrizione di numero 31.223 azioni ordinarie di nuova emissione per un controvalore complessivo pari a Euro 686.906,00. rivenienti dalla prima tranche dell’aumento di capitale scindibile, con esclusione del diritto d’opzione, deliberato dall’assemblea straordinaria del 3 maggio 2012.Tra i nuovi azionisti spicca l’ingresso di Carlo Fornaro si rafforza ulteriormente il team strategico della Società che dall’IPO aveva visto l’ingresso, sia in veste di azionisti sia di collaboratori strategici, di altre tre figure di elevato standing (Giorgio Valerio, Giorgio Avanzi ed Enrico Berlingieri) che contribuiranno alla futura crescita dell’azienda.Carlo Fornaro, 52 anni, laureato in Lettere Moderne presso l’Università degli studi di Roma La Sapienza, ha diretto le Relazioni Esterne e Istituzionali di Vodafone Italia, le Relazioni Esterne e Istituzionali di RCS MediaGroup, la Comunicazione Corporate del Gruppo Luxottica e, fino allo scorso giugno, le Relazioni Esterne del Gruppo Telecom Italia. Oggi è advisor per la comunicazione integrata, il posizionamento strategico, servizi digitali e web.Le risorse rivenienti dall’aumento di capitale saranno utili per la crescita del core business che Primi sui Motori intende perseguire attraverso le seguenti linee strategiche:NUOVI PRODOTTI: sviluppo di nuovi servizi per rafforzare l’offerta standard da veicolare attraverso la rete vendita e agli attuali 5.000 clienti PMI:Web Reputation: lancio a inizio 2013 della nuova piattaforma di Web Reputation sviluppata nel 2012;Mobile APP: sviluppo della piattaforma di Mobile APP;GRANDI CLIENTI: sviluppo di un’offerta strutturata e di una rete di Project Manager qualificati per presidiare la fascia più alta e professionale del mercato delle imprese medio-grandi;GRANDI GRUPPI: sviluppo di partnership commerciali e JV strategiche.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet