Ferrari: Fiat sale a 90%, Mubadala liquidato cash


MARANELLO 18 MARZO Nel terzo trimestre del 2010 Fiat ha compiuto il primo passo formale: esercitare l’opzione di riacquisto della quota in Ferrari detenuta da Mubadala, il 5% pari a poco piu’ di 400.000 azioni. Lo scrive oggi il Sole 24 Ore, spiegando lo scorso 3 marzo sarebbe avvenuto infatti il perfezionamento della transazione e he ora il Lingotto sarebbe effettivamente proprietario del 90% di Ferrari, a fronte di un esborso cash di 122,4 milioni di euro.Una contropartita che, spiega il Sole, sulla carta assegna a Ferrari un valore implicito di poco superiore ai 2,4 miliardi di euro, pari a oltre un terzo della capitalizzazione attuale di Fiat, che si aggira sui 6,4 miliardi: un valore che si vocifera possa essere prima o poi valorizzato almeno parzialmente, anche se il presidente di Ferrari, Luca Cordero di Montezemnolo, ha sempre frenato qualsiasi ipotesi di collocamento in Borsa.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet