Abitcoop ha registrato nel 2010 l’utile più alto della sua storia


modena 17 maggio In un anno caratterizzato dalla contrazione del mercato immobiliare, Abitcoop, la cooperativa provinciale di abitazione aderente a Legacoop Modena, ha visto sì contrarsi il valore della produzione (- 24,56% rispetto al 2009), ma con un utile che ha quasi raggiunto i quattro milioni di euro, il dato più alto nella storia ultratrentennale della cooperativa.

Oltre 3 milioni e 752mila euro saranno per decisione dell’assemblea destinati a riserva legale indivisibile, andando ad incrementare un patrimonio che oggi ha raggiunto quasi 47 milioni di euro e che consente una copertura di 2,10 volte il valore delle immobilizzazioni.“Il risultato economico e patrimoniale della cooperativa – afferma il Presidente Lauro Lugli – anche per il 2010 è stato molto positivo e prosegue un trend di accumulazione patrimoniale che ci consente di affrontare al meglio le spese per investimenti e le proposte immobiliari che rivolgiamo ai nostri soci, particolarmente al sostegno delle fasce più disagiate, come abbiamo fatto di recente con la istituzione di un fondo sociale per la copertura dei canoni dell’ultimo trimestre 2011 degli alloggi assegnati in godimento che verrà destinato alle famiglie nel cui nucleo ci sia un componente che a seguito della crisi si trovi licenziato o in cassa integrazione”.Sono queste le voci più significative del Bilancio relativo all’esercizio chiuso al 31 dicembre 2010 di Abitcoop.L’attività. Nel 2010 Abitcoop ha iniziato i lavori per 49 alloggi (di cui 42 per la proprietà e 7 per il godimento), ed ha consegnato ai soci 158 alloggi (47 in godimento – di cui 5 riassegnazioni – e 111 in proprietà) e ne ha rogitati complessivamente 147. Naturalmente tutti gli edifici e gli alloggi realizzati godevano della certificazione energetica della regione Emilia Romagna e in molti casi tale certificazione è risultata in classe A. L’attività con i soci costituisce l’ 88,14% dei ricavi nel 2010. Nel corso del 2011 è già prevista l’emanazione di bandi per 32 alloggi in edilizia libera e 51 in edilizia convenzionata per un totale di 83 alloggi di cui 1 in godimento con proprietà differita.L’assemblea dei soci che ha approvato all’unanimità il bilancio ha anche provveduto ad eleggere 5 dei 15 consiglieri in scadenza. Accolta all’unanimità la proposta della Commissione Elettorale di confermare per un triennio Gabriele Focherini, chiamato poi dal Consiglio di Amministrazione ad assumere l’incarico di Vice Presidente, ed Aldino Ferrari. Sono invece nuovi, alla loro prima esperienza i consiglieri Celeste Caruso, Erminio Romano e Laura Severi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet