APPROVATO IL BILANCIO DEI PRIMI 9 MESI DI BPER: LUCI E OMBRE


MODENA 14 NOVEMBRE Utile netto consolidato dei primi 9 mesi pari a € 138 milioni (-16,2% anno su anno) e utile netto della Capogruppo pari a € 141,7 milioni (+1,8% anno su anno). Considerando i dati pro-forma , i risultati del periodo migliorano sensibilmente e si attestano rispettivamente a € 168,5 milioni (+2,3%) e € 167,8 milioni (+20,5%) . Sono questi trend che escono dal Consiglio di Amministrazione della Banca popolare dell’Emilia Romagna che ha esaminato ed approvato ieri i risultati individuali della Banca e consolidati di Gruppo dei primi nove mesi del 2012.Il Margine di Intermediazione di € 1.612,8 milioni, in incremento del 4,2% rispetto allo stesso periodo del 2011: il margine di interesse mostra una sostanziale tenuta (-0,80%) a fronte del forte calo dei tassi di mercato a breve, le commissioni nette risultano in significativo incremento (+2,8%) e il contributo del risultato netto della finanza è positivo.Il Risultato di gestione di € 1.189,2 milioni (-7,2% anno su anno) penalizzato dal sensibile incremento delle rettifiche su crediti, comunque in calo rispetto al trimestre precedente, dovuto al persistere della crisi economica ed alle conseguenze del terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna nel maggio scorso.I Costi operativi in calo (-3,3% anno su anno) in conseguenza di efficaci e strutturali politiche di contenimento dei costi. Cost income ratio al 56,6% in significativa diminuzione dal 61% dei primi nove mesi del 2011.C’e’ una leggera crescita degli impieghi (+0,4% da inizio anno) nonostante la difficile situazione congiunturale in atto.Prosegue l’attività di razionalizzazione del Gruppo, in coerenza con gli obiettivi del Piano industriale: deliberata l’incorporazione di Meliorbanca nella Capogruppo e realizzate una serie di operazioni di semplificazione su società ed attività “non-core”

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet