Ceramic World Review svela i maggiori produttori mondiali di piastrelle e sanitari


sassuolo 13 luglio È il gruppo Rak, con quartier generale negli Emirati Arabi Uniti e sedi in numerosi Paesi tra cui l’Italia, a dominare la classifica 2010 dei maggiori gruppi mondiali produttori di piastrelle classificati in base alle quantità prodotte, con 117 milioni di metri quadrati. Seguono il gruppo tailandese Siam Cement Group (108 mil mq), noto col marchio commerciale Cotto, e l’egiziano Ceramica Cleopatra Group (96 mil mq) con sede anche a Bologna.Marazzi Group, primo fra i produttori italiani, si posiziona al quinto posto con 90 milioni di mq, preceduto dal gruppo messicano Lamosa (94 mil mq). In classifica anche il Gruppo Concorde, con una produzione di 38 mil mq nel 2009.La graduatoria dei maggiori produttori di ceramica in quantità riflette la dislocazione geografica della produzione mondiale, con i gruppi asiatici che rappresentano il gruppo più numeroso, seguiti da vicino dai produttori europei e da quelli americani.Molto diversa è invece la classifica costruita sulla base del fatturato generato delle aziende lo scorso anno. I player europei sono la maggioranza e le imprese italiane rappresentano il gruppo nazionale più nutrito (9 presenze su 25). Marazzi Group si posiziona al terzo posto con 818 milioni di euro, preceduto solamente dal gruppo spagnolo Roca e da quello colombiano Corona, che realizzano però quote importanti del fatturato consolidato dalla vendita di sanitari in ceramica. In classifica anche il Gruppo Concorde (544 milioni nel 2009), Panaria Group (285,2 milioni di euro), Casalgrande Padana (283 milioni), Cooperativa Ceramica d’Imola (274,9 milioni), Florim (273,8 milioni), Iris Group (201,6 milioni nel 2009), Ceramiche Ricchetti (196,7 milioni), Granitifiandre (190 milioni).Marginale invece la presenza italiana nella classifica dei maggiori gruppi mondiali del settore dei sanitari in ceramica, il cui mercato è controllato da grosse multinazionali capitanate dalla spagnola Roca che lo scorso anno ha prodotto 32,5 milioni di pezzi. Seguono l’americana Kohler e Ideal Standard con circa 21 milioni di pezzi. La produzione italiana di sanitari è stata nel 2010 superiore ai 5,2 milioni di pezzi, principalmente realizzata nel distretto di Civita Castellana in provincia di Viterbo.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet