Aracne, materiali e metodi per costruire sostenibile DEBUTTO DEL NUOVO POLO DI RICERCA


MODENA 13 APRILE Debutta Aracne, laboratorio integrato per lo sviluppo di tecnologie avanzate e di materiali innovativi per le costruzioni ecosostenibili. Paolo Gambuli, direttore di Acimac, ha espresso soddisfazione per la strada intrapresa dal progetto. “Aracne è un ottimo esempio di come le risorse pubbliche possano essere impiegate in modo intelligente – ha dichiarato Gambuli – e di come sia importante la sinergia fra gli attori che investono in progetti innovativi come questo, rivolto all’edilizia ecosostenibile: una delle principali chiavi per il rilancio di un settore fondamentale dell’economia italiana”.Claudio Pistoni, Sindaco di Fiorano, è entrato nel merito della partnership tra il Comune e Aracne: “Considero Aracne un interessante laboratorio, strategico per Fiorano e per la sua economia, nell’ottica della triplice sostenibilità ambientale, economica e sociale. Abbiamo accolto con estremo favore l’adozione, da parte di Aracne, del progetto di recupero funzionale della sede municipale di Fiorano, come applicazione dei principi chiave della sua ricerca”.Come rappresentante delle tre aziende che costituiscono il cuore pulsante di Aracne – Colorobbia Italia, Smaltiflex e SRS -, è intervenuto Marco Bitossi, Presidente di Colorobbia: “L’intervento sul Municipio rappresenta una grande opportunità perché permetterà di validare i nostri modelli di eco-progettazione. Avremo, cioè, modo di trasformare l’innovazione prodotta nei laboratori in materiali e soluzioni per il mercato, coerentemente con lo spirito che ha animato la Regione Emilia-Romagna attraverso un’azione mirata di politica industriale”.Per la Regione è intervenuto Silvano Bertini, Responsabile del Servizio Politiche di Sviluppo Economico presso la Direzione Generale Attività Produttive, Commercio e Turismo: “Con il bando regionale, grazie al quale Aracne ha preso il via, si voleva supportare l’innovazione nei nostri distretti produttivi. Con grande soddisfazione prendo atto che il progetto prosegue con convinzione e credo sia gravido di significative novità per il settore edilizio, sia per quanto riguarda il tema dei materiali ecosostenibili sia per le metodologie di progettazione innovative”.Aracne è un laboratorio in rete costituito da tre importanti aziende emiliano-romagnole che operano nel settore della fornitura all’industria delle costruzioni: Colorobbia Italia, Smaltiflex e SRS, con il contributo di ACIMAC (Associazione Costruttori Italiani Macchine Attrezzature per Ceramica), in collaborazione con i laboratori INTERMECH, MATMEC ed EN&TEC delle Università di Modena, Bologna e Reggio Emilia.
Il programma di ricerca è finanziato dal bando regionale "Dai distretti produttivi ai distretti tecnologici", a sostegno dello sviluppo delle filiere produttive. Grazie a questo contributo, le tre aziende si sono potute aggregare in una rete strategica e in un unico programma di ricerca che fa capo a un laboratorio integrato per lo sviluppo di materiali (vetro piano, resine e metalli) e soluzioni applicative tecnologicamente avanzate, rispettose dei vincoli della sostenibilità ambientale ed economica.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet