kerakoll fornitore per i mondiali di rugby in nuova zelanda


sassuolo 12 settembre Kerakoll, il più importante produttore mondiale di materiali ecocompatibili per costruire nel rispetto dell’ambiente e del benessere abitativo, è stato technical supplier per l’Otago Stadium di Dunedin, in occasione dei Mondiali di Rugby 2011 che si disputano in Nuova Zelanda dal 9 settembre al 23 ottobre. Più in particolare, Kerakoll è stata scelta per gli innovativi sistemi ecocompatibili di nuova generazione per la protezione e il ripristino del calcestruzzo. Il nuovo Otago Stadium, che tra gli altri match ospiterà il 2 ottobre la partita Italia-Irlanda, decisiva per il passaggio della nazionale italiana ai quarti di finale, si configura come un impianto altamente ecologico, realizzato per il 97% con materiale riciclato, alimentato solo da fonti energetiche alternative e dotato di impianti di recupero delle acque per l’irrigazione dei campi. Inoltre, in vista dell’adeguamento delle strutture ricettive per i Mondiali, Kerakoll è stata scelta come technical supplier anche per i lavori di ristrutturazione dell’Aeroporto di Auckland, il più grande e trafficato hub della Nuova Zelanda con oltre 13 milioni di passeggeri all’anno, che si stima raddoppieranno entro il 2025. Il coinvolgimento di Kerakoll ha riguardato la fornitura di sistemi ecocompatibili di nuova generazione per la posa e la finitura di oltre 30.000 mq di pavimenti. L’intervento è stato realizzato secondo precisi criteri di sostenibilità che hanno consentito alla struttura di ottenere la prestigiosa certificazione LEED (Leadership in Energy and Environmental Design), il sistema statunitense di classificazione dell’efficienza energetica e dell’impronta ecologica degli edifici. I criteri di edilizia sostenibili hanno riguardato ogni dettaglio, dalla scelta di materiali ecocompatibili all’utilizzo di energia fotovoltaica fino al recupero delle acque. Ma non solo. Nell’ambito del programma di accreditamento LEED, Auckland Airport ha installato 21 aree di parcheggio esclusive nell’area internazionale per veicoli ibridi e veicoli con basse cilindrate. Sempre nell’ambito delle strutture realizzate per ospitare le decine di migliaia di persone che arriveranno in Nuova Zelanda per i Mondiali di Rugby rientra il coinvolgimento di Kerakoll nella ristrutturazione di alcuni luoghi simbolo della città di Auckland. In particolare Kerakoll ha partecipato ai lavori per la riqualificazione di Aotea Square. Progettata da Ted Smyth – uno dei più grandi architetti paesaggisti della Nuova Zelanda – e vincitrice del prestigioso premio di “Miglior progetto dell’anno nel settore pubblico”, indetto dal Project Management Institute of New Zealand (PMINZ). La piazza si presenta oggi, dopo due anni di lavori, come un grande spazio aperto nel centro della città, in grado di ospitare più di 20.000 persone. L’intervento di Kerakoll ha visto la fornitura di prodotti a basso impatto ambientale per la posa e la finitura ecosostenbile della pavimentazione, così come per il Viaduct Harbour, l’elegante marina che rappresenta uno dei luoghi più frequentati della città. La scelta di Kerakoll quale fornitore per gli interventi in Nuova Zelanda rafforza la vocazione del Gruppo verso realizzazioni con forte valenza internazionale, in cui sono valorizzate al meglio le caratteristiche della qualità made in Italy, l’ecocompatibilità dei materiali, nonché contraddistinte da un’importante componente di progettazione architettonica.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet