TONNO NOSTROMO, FATTURATO 2011 + 9,5%. LA SCATOLETTA PIÙ AMATA DAGLI ITALIANI BATTE LA CRISI


modena 12 marzo I consumi sono in calo e in costante evoluzione: l’imperativo è risparmiare mantenendo alti gli standard qualitativi. Secondo l’Istat, si vendono meno carni rosse a favore di quelle bianche, più legumi e uova, farina e zucchero per preparazioni domestiche, più pesce in scatola in alternativa a quello fresco.Nel 2011 il mercato delle conserve di pesce ha sviluppato circa 86.200 tonnellate, quasi il 2% in più rispetto all’anno precedente, per un valore di 819 milioni di euro, + 5, 6%. Amatissima dalle famiglie italiane, la scatoletta di tonno raggiunge una penetrazione altissima, del 92%, aumentando rispetto allo scorso anno. L’acquisto medio di tonno in scatola si attesta infatti a 3,14 kg per famiglia, dato sempre più in crescita, e si consuma per lo più in casa che, secondo l’INRAN, è ancora il luogo in cui abitualmente si consumano i pasti principali.Nonostante ciò, gi italiani consumano ancora troppo poco pesce, in particolar modo quello fresco: ne mangiamo in media 90 grammi settimana, contro i 300-450 raccomandati (Fonte: “INRAN, Indagine nazionale sui consumi alimentari in Italia). Le ragioni sono principalmente legate a fattori socio-economici: soprattutto il pesce fresco viene giudicato spesso troppo caro, poco reperibile e poco pratico in cucina. Al contrario il tonno in scatola, grazie alla tecnologia applicata ai processi di produzione industriali, riesce a mantenere un prezzo sempre competitivo e apporta all’organismo un contenuto di macronutrienti analogo al fresco. Il successo del tonno in scatola è dimostrato dai dati positivi di Nostromo, leader di mercato nella produzione di conserve ittiche, che ha aumentato il fatturato del 9,5%, passando dai 105 milioni di euro del 2010 ai 115 del 2011. «Grazie a un ulteriore ampliamento di gamma previsto nel 2012, soprattutto nel comparto del fresco, Nostromo si posiziona come il marchio di prodotti ittici con il più vasto assortimento di referenze – commenta il direttore generale di Nostromo, Roberto Sassoni –. La risposta positiva dei consumatori, registrata in particolar modo nella linea dei sughi freschi, premia la scelta di Nostromo di investire continuamente nella ricerca e nella realizzazione di nuovi prodotti».

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet