NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO PER LA CONSORTERIA DEL BALSAMICO TRADIZIONALE


modena 12 febbraio La Consorteria dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena ha un nuovo Consiglio direttivo, che rimarrà in carica per il prossimo triennio. Dopo aver approvato il bilancio, 269 soci hanno espresso il loro voto e hanno eletto gli 11 consiglieri: Paolo Barani di Formigine, Giorgio Ferrari di Casinalbo, Giancarlo Ferrari di Spilamberto, Ivano Ferrarini di Modena, Luca Gozzoli di Modena, Giuliano Longagnani di Spilamberto, Walter Merighi di Mirandola, Enzo Masetti di Spilamberto, Giampaolo Sala di Modena, Dino Stefani di Savignano,Rino Vecchi di Spilamberto.Ai consiglieri uscenti che lasciano l’incarico – Dia Morselli, Roberto Chierici e Vania Franceschelli – consiglieri uscenti – va il ringraziamento della Consorteria per l’impegno e il lavoro svolto; a loro subentrano Giancarlo Ferrari, Walter Merighi, Dino Stefani, tutti e tre eletti per la prima volta.Il primo compito che nei prossimi giorni attende i neo consiglieri è l’elezione del Gran Maestro, carica attualmente ricoperta da Luca Gozzoli, prevista per sabato 16 febbraio.Il Consiglio direttivo è l’anima della Consorteria, l’organo che si propone di promuovere, organizzare e sostenere iniziative e manifestazioni dirette alla tutela e alla valorizzazione dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena, nonché alla diffusione della sua conoscenza nel rispetto assoluto della tradizione. Svolge corsi di formazione e di approfondimento, cura la pratica dell’esame organolettico rivolto alla conoscenza del prezioso prodotto, organizza annualmente la gara del Palio di S. Giovanni riservata ai campioni di Aceto Balsamico Tradizionale prodotti nei territori degli antichi domini estensi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet