Cremonini: Jbs propone nomi per Cda Inalca Jbs


MODENA 12 GENNAIO C-In vista dell’assemblea dei soci di Inalca Jbs, convocata per il prossimo 14 gennaio per la ricostituzione del Cda, Jbs comunica la propria decisione di contribuire al buon andamento della societa’ proponendo i nominativi di Bicchieri, Gilson e de Assis e Silva quali esperti professionisti idonei per il Cda di Inalca Jbs.Lo si apprende da una nota in cui si precisa che "risolta la questione dei visti, Jbs ritiene comunque illecita la decisione di Cremonini dello scorso 15 settembre con la quale ha ritenuto decaduti i consiglieri di nazionalita’ brasiliana. Sulla base di accreditati pareri legali, Jbs non ritiene necessario essere in possesso di un visto per essere membri del consiglio di amministrazione in Italia, cosi’ come non lo e’ per un cittadino italiano in Brasile e a tal proposito attende chiarificazione in sede giudiziaria della vicenda soprattutto considerando che un Cda illecitamente dimezzato puo’ solo avere avuto influssi negativi sulla competitivita’ della societa’ e sui suoi risultati operativi.Jbs, prosegue la nota, continua ad impegnarsi con diligenza e correttezza in Inalca Jbs perseguendo primariamente l’interesse della societa’, dei lavoratori e dei propri azionisti. Inoltre, permane irrisolta la questione relativa all’insediamento del nuovo Cfo di Inalca Jbs, ruolo mancante da piu’ di 6 mesi nonostante Jbs abbia gia’ indicato in David Crackett, ex partner di Deloitte in Italia, il professionista che possiede tutti i requisiti e l’esperienza necessaria per occupare la posizione di Cfo in Inalca Jbs. A tal proposito, purtroppo, continuano a non sussistere ragioni per considerare legittimo l’atteggiamento degli a.d. di Inalca Jbs che non permettono al nuovo Cfo di iniziare il proprio operato e che non puo’ che essere definito come ostruzionistico e dannoso per la societa’ stessa. Dopo aver espresso profonda preoccupazione per la gestione di Cremonini, Jbs non esclude ulteriori azioni a difesa dell’esercizio dei propri diritti societari e a tutela della societa’.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet