CPL Concordia punta a fatturare 100 milioni con le rinnovabili


modena 11 luglio “Cento milioni di euro su un fatturato complessivo di 450 milioni. E’ quanto intende fatturare nell’anno in corso CPL Concordia nel campo delle energie rinnovabili. A darne l’annuncio, durante il workshop “Biogas Innovation’, evento promosso da Banca Popolare dell’Emilia Romagna e CPL Concordia, al Forum Monzani di Modena è Roberto Loschi, responsabile Energie Rinnovabili di CPL. “Questo settore – spiega – in Italia è considerato in competizione con il nucleare, ma non è così: sicuramente lo stop al nucleare ha riaperto i canali di incentivazione alle fonti alternative di energia, che in Italia hanno grandi prospettive”. E poiché cogenerazione, biogas, fotovoltaico rappresentano il futuro, occorre che l’imprenditore agricolo diventi un po’ manager. Come? Bussando alla porta degli istituti bancari e presentando progetti di impianti a biomasse agricole di valore per ricevere i finanziamenti. “Nel continuo mutare dello scenario legislativo italiano” ha sottolineato Clara De Braud, docente all’Università Cattolica “è evidente come gli investimenti nel settore delle energie rinnovabili stiano operando nell’agricoltura e nell’allevamento italiano una profonda evoluzione. Nei prossimi anni saranno più sviluppati gli impianti di biogas agricolo rispetto a quelli da discarica, ma sarà la capacità dell’impresa a durare nel tempo a far decidere alla banca il finanziamento. Regolarità, costanza, valore nel tempo, livello di prezzo: sono i connotati chiave richiesti ai progetti dei produttori agricoli”. “Oggi la selezione effettuata dalle banche è rigorosa”, ha spiegato Alessandro Steffanoni, responsabile Project Finance Meliorbanca. “Il Gruppo Banca popolare dell’Emilia Romagna ha creato due appositi prodotti di Project Finance per questo settore, che sembra essere di nicchia ma è attualmente in dinamico sviluppo”. Per Corrado Savini, direttore Divisione Corporate di Bper, “la nostra offerta finanziaria per la Green Economy è fondata sulla flessibilità e sull’apporto di consulenza”. “Il Settore biogas è in forte espansione”, come sottolinea Marcello Armiento di Protos spa. L’ingegner Diego Bucarelli, presidente di Energy 1, di Bondeno (Ferrara), che detiene il più grande impianto italiano a biomasse agricole, anche grazie ai sistemi di cogenerazione forniti da CPL, sottolinea come sia “più facile ricevere i finanziamenti bancari se gli agricoltori si consorziano”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet