maserati- marchione per le nuove auto pensa anche all’estero


modena 11 aprile –Nel caso in cui non si trovi in tempi brevi un accordo per produrre la nuova Maserati nello stabilimento ex Bertone, per realizzarla “abbiamo altri posti alternativi in mente, sia qui sia all’estero”.Cosi’ ha risposto l’a.d. di Fiat e Chrysler, Sergio Marchionne, ai cronisti che, a margine di un evento Jeep, gli chiedevano se il Lingotto avesse approntato qualche piano alternativo per produrre altrove la nuova Maserati nel caso in cui non si trovi l’accordo con le maestranze sindacali.”Sono comunque piu’ ottimista che la vettura si faccia in Italia rispetto ad altrove”, ha detto ancora Marchionne, sottolineando che, comunque, “i piani alternativi ci sono. Il lavoro di ingegneria e’ partito quindi ora e’ questione di dare attuazione all’investiment

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet