Ferrari: in aumento ordini per dipartimento Ferrari Classiche


MARANELLO 11 GENNAIO Il crescente interesse emerso negli ultimi mesi verso le vetture storiche, in particolare per i modelli Ferrari, ha fatto incrementare notevolmente le richieste di certificazione e gli ordini di restauro presso il dipartimento Ferrari Classiche.E’ quanto si legge in una nota del brand emiliano del gruppo Fiat, dove si precisa che attualmente all’interno della cittadella Ferrari sono custodite 24 vetture tra le piu’ importanti e di valore mai prodotte dalla Casa di Maranello. Tra queste i tecnici del Cavallino Rampante si stanno prendendo cura di ben cinque esemplari di 250 GTO, sui 36 prodotti complessivamente tra il 1962 e il 1964.Insieme alle 250 GTO sono presenti anche due 250 Testa Rossa, una delle quali e’ la vettura che Phil Hill porto’ alla vittoria nella 24 Ore di Le Mans nel 1958, e tre delle 32 250 LM costruite. Nella lista figurano poi tre 250 GT Berlinetta a passo corto, una 500 TR del 1956 e la sport-prototipo 512 M che nel 1971 chiuse Le Mans al quarto posto assoluto.Ad oggi Ferrari Classiche ha completato piu’ di 60 restauri totali e rilasciato oltre 3.800 certificati di autenticita’. Grazie all’archivio completo dei disegni tecnici e delle schede di montaggio originali di tutti i modelli Ferrari prodotti nella storia e’ stato inoltre possibile ricostruire moltissimi componenti dei motori, inclusi i basamenti di 25 propulsori V12 e quasi altrettante teste, cosi’ da garantire un restauro assolutamente fedele alle specifiche originarie delle vetture.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet