GUIDO LEONI .IL PROFILO


MODENA 11 GENNAIO REGGIO EMILIA 11 GEN Guido Leoni in BPER ha passato tutta la carriera da Banchiere anche se alla presidenza è salito solo nel 2009 dopo una lunga permanenza nel ruolo di direttore generale e poi di amministratore delegato. Ha accompagnato i 90mila soci di BPER da una piccola banca popolare di provincia a un gruppo bancario quotato in Borsa che si posiziona nella top ten italiana.Un manager capace di grandi slanci ma anche di grandi “prudenze” per tutelare al massimo il valore della banca per azinionisti, dipdendenti e clienti.E’ natoto a Reggio Emilia il 17 aprile 1940Era Presidente di Banca popolare dell’Emilia Romagna dall’aprile 2009 ma anche Consigliere d’amministrazione di: Banca Popolare del Mezzogiorno, Banca Popolare di Ravenna s.p.a., Banco di Sardegna, Em.Ro. popolare s.p.a.Vice Presidente di Forum “G.Monzani” SrlAltre caricheVice Presidente di: Arca SGR SpaBiografia professionaleLaureato in Economia e Commercio.1959. Inizia la sua attività presso la Banca Popolare Cooperativa di Reggio Emilia.1970. Assume la direzione generale di Banca Popolare Agricola Commerciale di Fabbrico (RE).1975. Promuove la fusione per incorporazione della “Popolare di Fabbrico” nella Banca Popolare di Modena, dove assume la responsabilità del settore “Segreteria – Affari generali”.1980. Segretario Generale di Banca Popolare di Modena.1990. Vice Direttore Generale di Banca Popolare dell’Emilia (sorta dalla fusione di Banca popolare di Modena e Banca Cooperativa di Bologna nel 1983).1996. Direttore Generale di Banca popolare dell’Emilia Romagna (sorta dalla fusione fra Banca popolare dell’Emilia e Banca Popolare di Cesena).2003. Amministratore Delegato di Banca popolare dell’Emilia Romagna2008. Vice Presidente di Banca popolare dell’Emilia Romagna.2009. Presidente di Banca popolare dell’Emilia Romagna

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet