Mistero Buccaneer: “Trasportava rifiuti tossici”. Ma il responsabile della Micoperi smentisce


ROMA, 19 APR – Il rimorchiatore italiano Buccaneer non è stato sequestrato dai pirati ma fermato dalla sicurezza locale, perché "trasporta rifiuti tossici" che voleva sversare nelle acque somale. A lanciare l’accusa sono le autorità del Puntland, a nord est della Somalia. "Dobbiamo dire chiaramente -ha precisato il governatore della zona di Sanag, Mohamoud Said Nur, raggiunto telefonicamente dalla Afp- che il rimorchiatore italiano è stato sequestrato dalle forze di sicurezza locali e che il sequestro non ha nulla a che fare con i pirati: abbiamo avuto la conferma che il rimorchiatore italiano trasporta due contenitori di rifiuti tossici e c’era l’intenzione di gettarli nelle nostre acque. Dobbiamo avere giustizia per questi atti e non chiediamo alcun riscatto per la loro liberazione". Le forze di sicurezza, secondo Said Nur, hanno sequestrato anche due due navi egiziane accusate di aver pescato illegalmente nelle acque somale.Smentisce tutto però la ditta proprietaria del rimorchiatore, la Micoperi. Il general manager preferisce mantenere il silenzio stampa, ma invita a "rifarsi a quanto detto nei giorni scorsi alle autorità "e cioé che la nave era vuota e non poteva trasportare alcun materiale, tantomeno tossico. O radioattivo, come era stato ipotizzato qualche giorno fa. La Buccaneer, aveva riferito la Micoperi nei giorni scorsi, era priva di carico. Erano due le bettoline in viaggio ed entrambe erano completamente vuote: una la stanno ancora rimorchiando per conto della Pms, la compagnia di stato egiziana che installa piattaforme. Le bettoline infatti sono chiatte galleggianti su cui si mettono le piattaforme per portarle in mare. Per questo non possono trasportare rifiuti. La Buccaneer inoltre – avevano aggiunto – era partita da Singapore, dove i controlli sono serrati. Inoltre i pirati hanno dato l’assalto sotto le coste dello Yemen, al limite delle acque territoriali del paese arabo.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet