Miss Italia, il rifiuto delle concorrenti: “Villa certosa? No Grazie”


24 AGO. 2009 – E’ bella, ha diciannove anni, vuole vincere Miss Italia ma sui modi di fare carriera avallati da una certa classe politica italiana ha le idee chiare. “Villa Certosa? Non ci andrei mai”. Così Giulia Luchi, eletta ieri Miss Toscana 2009, ha risposto a un cronista che le chiedeva di commentare le recenti vicende che hanno coinvolto il presidente del consiglio Silvio Berlusconi. “Non accetterei mai un invito a una delle feste a Villa Certosa – ha spiegato la ragazza -, non si ottengono contratti di lavoro seri in quel modo, ma solo il proprio nome sulla stampa con la parola escort a fianco”.La giovane parteciperà alle finali di Miss Italia di Salsomaggiore Terme, ma lavora già come modella per un’importante agenzia di Milano da quando aveva 15 anni. “Quando sfilo per l’intera giornata – ha detto Giulia – non ce la faccio proprio ad andare alle feste la sera, perché sono troppo stanca. Molte ragazze credono alle promesse effimere che vengono fatte loro, ma sbagliano a credere che si tratti di vero lavoro. Sono soltanto prese in giro che durano poco”.Giulia Luchi ha vinto il titolo di reginetta del Granducato alla sua seconda partecipazione, dopo che due anni fa si era classificata seconda. “Se questa volta non avessi vinto – ha detto – non sarei andata a Salsomaggiore, perché non ce l’avrei fatta a sostenere ulteriori pre-selezioni”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet