Miss Italia dice addio a Salsomaggiore


SALSOMAGGIORE (PR), 14 MAR. 2011 – Senza più passerella. Dopo più di quarant’anni di edizioni, il concorso Miss Italia lascia Salsomaggiore Terme. La notizia era già nell’aria, ma il divorzio ufficiale, scritto nero su bianco, arriva oggi, con una nota congiunta del Comune, delle Terme, delle associazioni imprenditoriali, ma soprattutto della Miren International Srl, l’agenzia che organizza il premio di bellezza."Non esistono le condizioni finanziarie per dar corso alla convenzione", si legge nel comunicato. Tradotto vuol dire che per mancanza di soldi la convenzione che legava Miss Italia a Salso anche per il 2011 e il 2012 è stata sciolta. D’altronde il sindaco Massimo Tedeschi erano settimane che metteva sull’avviso tutti, ma era sembrata una ‘boutade’: "Se Rai e Miss Italia ci regalano il concorso di certo non lo buttiamo via – aveva detto – altrimenti non potremmo sostenere i costi".Poi era arrivata l’approvazione del bilancio comunale senza i circa 600.000 euro destinati al concorso. Ma finora i diretti interessati non avevano voluto commentare: la Miren in attesa di un cenno dal Comune e il Comune, colpito dai tagli come tutti gli Enti locali, era in attesa, forse, di un aiuto pubblico o privato che non è arrivato; anzi, i commercianti salsesi in un sondaggio si erano già espressi a favore del divorzio, convinti che altre manifestazioni avrebbero giovato di più e meglio al turismo locale. "Il generale stato di crisi del Paese – prosegue la nota congiunta – e i tagli generalizzati dell’ultima finanziaria che hanno impattato pesantemente sulle risorse economiche delle pubbliche amministrazioni (Regioni, Province e Comuni in particolare) non consentono oggi di affrontare impegni di spesa ulteriori rispetto alle esigenze essenziali della pubblica amministrazione e pongono anche Salsomaggiore nella condizione di dover operare scelte, anche dolorose" per "i pochi fondi disponibili". Il problema è dunque finanziario: "Quando si saranno ristabilite migliori condizioni economiche Salsomaggiore sarà la prima città ad essere interpellata per porre la propria candidatura affinché la collaborazione possa riprendere, opinione condivisa da Patrizia Mirigliani, ‘patron di Miren’ – conclude la nota – che si è detta onorata del lungo sodalizio".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet