Mirandola, secondo distretto biomedicale al mondo


Se il distretto del biomedicale di Mirandola e parte della bassa modenese è il secondo più importante nel mondo per numero di lavoratori, ricerca, innovazione e produzione lo si deve a un farmacista di Mirandola, geniale e intraprendente. Si tratta di Mario Veronesi,che ideò il primo dispositivo per infusione nel 1962; ne seguì un altro e un altro ancora. Fino a rivoluzionare le cure per pazienti con patologie renali. E’ intervenuto alla due giorni di esposizione, a Modena Fiere, Medtec che ospita una mostra sulla storia del distretto. 50 anni di evoluzioni che hanno salvato e continuano a salvare migliaia di vite umane. Agli accadimenti che hanno fatto la storia del biomedicale mirandolese è dedicato un portale informativo con tutto ciò che si vuole conoscere, anche in termini di interesse scientifico, sui dispositivi medici.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet