Minarelli, sciopero di quattro ore e assemblea


BOLOGNA, 22 LUG. 2013 – Sciopero di quattro ore alla Minarelli e assemblea dei lavoratori per informarli dopo l’incontro di venerdì scorso in Unindustria a Bologna. Nel corso dell’assemblea – spiega una nota della Fiom – sono state illustrate le proposte che le Organizzazioni Sindacali e la Rsu hanno fatto all’Azienda, "finalizzate a riportare all’interno delle attività attualmente esternalizzate e che, secondo le nostre valutazioni, potrebbero recuperare tra i 25 ed i 27 posti di lavoro". Gli operai dell’azienda del gruppo Yamaha con sede a Lippo di Calderara protestavano contro una procedura di mobilità che interessa 56 lavoratori.L’azienda si è riservata di dare una risposta in occasione del prossimo incontro che si terrà il 29 luglio. Al termine dell’assemblea i lavoratori si sono trasferiti nel centro di Calderara, dove si stava svolgendo il mercato settimanale, e hanno distribuito un volantino ai cittadini per informarli della situazione ricevendo numerosi attestati di solidarietà.In piazza gli operai hanno incontrato anche il sindaco di Calderara di Reno, Irene Priolo. "Capisco la natura delle richieste avanzate dai lavoratori – ha dichiarato il sindaco – e spero in un accoglimento da parte dell’azienda tale da consentire di contenere l’impatto sociale già molto difficile per il territorio di Calderara. Fino ad oggi i rapporti con l’azienda sono stati buoni e quindi auspico un ulteriore segnale di sensibilità. Più in generale penso che sia necessaria l’apertura di una discussione nazionale sul rilancio del comparto dell’automotive che faccia riferimento a politiche industriali ben precise".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet