Microfinanza, accordo fra Emil Banca e PerMicro Spa


Baldassare ha 30 anni e lavora come pasticciere dal 2014. Dopo quattro anni da lavoratore dipendente nei laboratori di due importanti pasticcerie di Bologna, il giovane – originario di Mazara del Vallo – ha deciso di mettersi in proprio avviando un bar-pasticceria con laboratorio incentrato sulle specialità siciliane all’interno del Mercato Rionale Panigal, un mercato coperto oggetto di riqualificazione da parte del Comune di Bologna. L’impresa di Baldassare è solo la prima finanziata grazie all’accordo tra Emil Banca e PerMicro: d’ora in avanti, anche gli aspiranti piccoli imprenditori e le famiglie emiliane oggi considerate non bancabili potranno ricorrere al credito per trovare una soluzione alle proprie emergenze o per mettere le basi ad un futuro da imprenditori. La Convenzione – firmata da entrambi i soggetti a titolo gratuito – prevede infatti che Emil Banca (la Bcc presente in tutta l’Emilia e nel mantovano) possa segnalare a PerMicro (una Spa specializzata nel microcredito con esperienza decennale) eventuali clienti che abbiano una buona idea imprenditoriale o esigenze finanziarie primarie (casa, salute, formazione) ma che a causa di un’insufficiente storia creditizia o una precaria posizione lavorativa siano esclusi dai tradizionali canali del credito. Il microcredito all’impresa (finanziamento massimo di 25 mila euro) è rivolto a soggetti che desiderano avviare o sviluppare una piccola attività imprenditoriale e che, sebbene privi di garanzie reali, presentino una buona idea di impresa e abbiano le capacità tecniche ed imprenditoriali per portarla avanti, meglio se inseriti in una rete di riferimento disposta a garantirli moralmente e ad accompagnarli durante lo sviluppo della loro attività.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet