Merola vuole la holding fieristica unica


BolognaFiere a controllo pubblico, conferimento da parte del Comune del palazzo dei congressi e procedere con la holding fieristica unica in Emilia-Romagna che comprenda oltre Bologna anche Rimini e Parma. Il sindaco Virginio Merola vede così il destino del quartiere fieristico bolognese che ha, nella conferma a Bologna di Eima, la manifestazione internazionale delle macchine agricole, l’evento scatenante del restyling del quartiere. Questi i primi passi concreti per arrivare alla Holding fieristica secondo Merola. A traghettare il tutto l’attuale presidente di Bologna Fiere, Franco Boni, confermato dallo stesso primo cittadino oltre la scadenza del suo mandato previsto a marzo. Il piano di “revamping” procederà con o senza il conferimento del palazzo degli Affari della Camera di commercio. Se la partita camerale non dovesse andare in porto, infatti, il ”piano B” e” gia” impostato sulla base di nuove cubature per i clienti che le richiedono. Intanto a settembre iniziano già i lavori di riqualificazione con la demolizione dei padiglioni 29 e 30 subito dopo il Cersaie

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet