Mef, l’addio di Tedeschini


Ora è ufficiale: dall’1 gennaio 2014 il MEF, Museo Casa Natale Enzo Ferrari, passa in mano alla Ferrari. Dopo il lungo cda di sabato scorso, oggi è stato il giorno del Consiglio generale che ha ratificato il cambio di gestione per sei anni più sei rinnovabili. La Casa di Maranello si accollerà le spese di affitto, 150mila euro, ma avrà carta bianca sulla gestione del complesso di via Paolo Ferrari. È intenzione della Ferrari di rendere il MEF non solo un museo per appassionati ma location per grandi eventi e attrattiva turistica per la motor valley. Il primo passo riguarderà la realizzazione di eventi coordinati con il Museo Ferrari di Maranello, garantendo gli stessi orari di apertura e adeguati trasferimenti. L’obiettivo è quello di arrivare al punto di pareggio nel giro di tre anni; per fare questo, si punta a raggiungere quota 150mila visitatori l’anno. Intanto il cambio di gestione porta con sé, inevitabilmente, anche i primi risvolti pratici: durante il Consiglio Generale odierno, il Presidente della Fondazione Casa Natale Mauro Tedeschini ha presentato ufficialmente le dimissioni. Sul fronte occupazionale, la Ferrari avrebbe garantito che si troverà una soluzione per i dipendenti a tempo indeterminato. Oggi pomeriggio Tedeschini ha convocato la stampa per spiegare nel dettaglio le motivazioni delle sue dimissioni: “La Ferrari è il gestore giusto, ma i modi sono discutibili”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet