Medolla,chiude Corbetta FiaLicenziati i 50 dipendenti


MODENA, 15 GEN. 2013 – Corbetta Fia, azienda specializzata nella produzione di bordi per mobili di proprietà del gruppo Valentini di Rimini con diversi stabilimenti nel Nord Italia e sede amministrativa a Carugo-Como, chiude lo storico stabilimento di Medolla, Oece Plastic, danneggiato dal sisma del maggio scorso, e licenzia 50 dipendenti. Lo rendono noto i sindacati di categoria Filctem/Cgil e Femca/Cisl, che unitamente alla Rsu hanno deciso la mobilitazione immediata dei lavoratori, che sono in cassa integrazione. Venerdì ci sarà un presidio davanti ai cancelli dello stabilimento di Medolla dalle 11 alle 13. Lavoratori e sindacati – in una nota – "protestano contro la volontà di chiudere lo stabilimento di Medolla e la mancata ricostruzione dopo i danneggiamenti dovuti al terremoto". Dopo le scosse del 20 e 29 maggio, che avevano seriamente compromesso la struttura di Medolla, la Direzione aziendale – viene ricordato – aveva deciso di utilizzare temporaneamente gli ammortizzatori sociali (cassa integrazione guadagni ordinaria) e di mettere in campo tutte le azioni necessarie al ripristino della piena funzionalità dello stabilimento. "Obiettivo ripetutamente ribadito a sindacati e ai lavoratori nei mesi scorsi". "Poi – spiegano i sindacati – un fulmine a ciel sereno. Nell’incontro svoltosi l’11 gennaio tra la Direzione aziendale e i sindacati di categoria Filctem/Cgil e Femca/Cisl, unitamente alle Rsu, l’Amministratore delegato ha annunciato, contrariamente a quanto affermato da maggio 2012 in poi, la decisione di non procedere alla ricostruzione dello stabilimento, con conseguente dismissione dell’attività produttiva e licenziamento di tutte le lavoratrici e i lavoratori". Secondo i dipendenti, riuniti ieri in assemblea con i sindacati, è "il tentativo di sfruttare un drammatico evento per capitalizzare il massimo possibile".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet