Meccanica, bene primi sei mesi 2014


Le imprese emiliano-romagnole della meccanica hanno visto chiudersi i primi sei mesi del 2014 con buoni risultati, in particolare quelle che, nonostante il periodo economico non facile, continuano ad investire in innovazione e scelgono la via dell’internazionalizzazione. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, il 41,9% delle imprese registra una crescita dei fatturati e il 48,8% una stabilità mentre per il 69,4% il livello occupazionale resta invariato. Gli ordinativi permettono di sostenere le esigenze finanziarie di quasi sei aziende su dieci e la liquidità è giudicata sufficiente o buona dal 91,2%. Risultati rassicuranti che portano il 47,7% degli imprenditori a dirsi ampiamente soddisfatto dell’andamento aziendale e il 43,2% mediamente appagato; solo il 9,1% non lo è per nulla. Questa la fotografia delle imprese del comparto emiliano-romagnolo della meccanica scattata dall’Osservatorio MECSPE realizzato da Senaf in occasione di MECSPE, la fiera internazionale delle tecnologie per l’innovazione (Fiere di Parma, 26 -28 marzo 2015), punto di riferimento per il comparto della meccanica e della subfornitura. Allo stesso modo, si guarda con fiducia al secondo semestre: oltre la metà delle aziende (53,5%) prospetta una stabilità dei fatturati mentre quasi quattro su dieci (39,5%) attendono una crescita; sul fronte occupazione la situazione rimarrà stabile (per l’83,3%) così come su quello del portfolio ordini (per il 70,3%).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet