Massa vede bene dall’occhio sinistro. I medici: “A casa tra 10 giorni”


BUDAPEST, 28 LUG. 2009 – "Felipe ha aperto l’occhio sinistro e ci vede". Lo ha detto in tarda mattinata ai giornalisti Dino Altman, medico personale di Felipe Massa nonché responsabile medico del GP del Brasile, a Budapest per stare vicino al pilota e per dargli assistenza. Insomma, al primo ma importantissimo esame sulle condizioni dell’occhio e della vista, il responso è stato molto buono. "Non ci sono – ha detto Altman – danni apparenti. L’occhio è morfologicamente sano". E’ chiaro che occorreranno esami approfonditi per escludere che ci siano lesioni ai nervi dell’occhio, come ieri aveva ipotizzato il neurochirurgo ungherese Robert Veres a causa della forte botta riportata dall’orbita sinistra, con la lesione ossea che è stata ridotta chirurgicamente per evitare che una scheggia del cranio potesse creare danni al cervello. Danni che sono stati esclusi anche dall’ultima Tac eseguita ieri pomeriggio."Nelle ultime 24 ore la situazione è cambiata molto: Massa può parlare, può muovere gli arti, non ha febbre, gli abbiamo tolto la macchina di respirazione", aveva detto Grosz stamattina in una conferenza stampa Andor Grosz, vice-direttore generale dell’ospedale Aek. "Per il momento – ha aggiunto – dorme molto, un nuovo intervento non è necessario, aspettiamo un ulteriore miglioramento".Rispondendo a delle domande, Grosz ha fatto sapere che, secondo lui, il pilota potrà completamente ristabilirsi dall’incidente e che la famiglia non vuole per il momento cambiare ospedale, per portarlo a Parigi come si pensava in un primo momento.In una intervista alla televisione pubblica ungherese M1, Bazso ha poi aggiunto che Massa "tra 10 giorni potrebbe lasciare l’ospedale". "La mia speranza – ha aggiunto – è che possa lasciare l’ospedale presto. Se il suo recupero prosegue a questo ritmo, potrebbe essere dimesso tra dieci giorni".Massa, secondo quanto raccontato dal padre Titonio alla tv brasiliana "O Globo", ha mostrato anche altri segnali di reazione: al fratello Dudu che provava a fermarlo mentre metteva la mano sul tubo infilato nel naso, ha risposto con uno scatto di rabbia, e un "lascia stare la mia mano". I familiari di Felipe Massa, che lo descrivono come sveglio ma ovviamente ancora frastornato dai sedativi, si sono detti tutti convinti che il pilota tornerà a scendere in pista nella Formula Uno. "Sono sicuro che lo farà quanto prima", ha assicurato oggi il padre, sempre a O Globo. I familiari del pilota hanno accettato di parlare con il network televisivo più importante del Paese, soprattutto per ringraziare i brasiliani per come hanno reagito immediatamente e coralmente all’incidente subito dal ferrarista. Un aspetto particolarmente toccato dalla moglie Raffaella, al suo quinto mese di gravidanza, che, appunto rivolgendosi al "popolo brasiliano", ha assicurato: "La catena di preghiere in corso nel Paese è di molto aiuto per il recupero di Felipe". E ha aggiunto: "E’ necessario ringraziare Dio che lo ha salvato da una situazione che poteva essergli fatale". "Adesso sta bene e sicuramente tornerà a pilotare la sua auto rossa nelle piste di tutto il mondo", hai poi concluso.  Dal canto suo il fratello del pilota, Dudu ha assicurato: "Tra non molto lascerà la clinica, tornerà a ridere e lo vedremo nuovamente alla guida della rossa Ferrari con il suo casco giallo-verde". 

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet