Marzocchi festeggia un fatturato record


Un fatturato record di oltre 40 milioni nel 2018 (con una quota di esportazione di circa l’80%), una sessantina di nuovi posti di lavoro creati nell’ultimo triennio, che portano l’organico a superare i 260 dipendenti, il premio ‘Segnalazione Tecnica’ vinto lo scorso novembre all’Eima, l’esposizione internazionale della meccanizzazione agricola. Sono i traguardi  festeggiati per i 70 anni di Marzocchi Pompe, leader nella progettazione, produzione e vendita di pompe e motori ad ingranaggi esterni. L’azienda – che produce annualmente oltre un milione di pezzi – ha testa e cuore in Emilia (sede a Casalecchio di Reno, nel bolognese, e un altro stabilimento produttivo a Zola Predosa), un piede a occidente (Marzocchi Pumps Usa, nei pressi di Chicago) e uno a Oriente (Marzocchi Cina a Shanghai). Di recente Marzocchi Pompe è entrato a far parte di ConaComp (l’associazione dei costruttori di componenti per macchine agricole, movimento terra e per il giardinaggio aderente a FederUnacoma) e ha trasferito la produzione degli ingranaggi nel nuovo stabilimento di Zola Predosa, inaugurato nel 2016, per sostenere i previsti aumenti di volume. I gioielli della meccanica realizzati dall’azienda bolognese trovato svariate applicazioni nei campi industriale, automotive (fra i clienti finali le principali case automobilistiche mondiali), marine, dell’equipaggiamento medico, delle macchine da costruzioni, della manutenzione del verde, microidraulica, movimentazione materiali, municipalità e nuove fonti di energia. “Da sempre – spiega l’ad Gabriele Bonfiglioli – la qualità è al centro del nostro sistema produttivo e organizzativo, che persegue la continua ricerca dell’eccellenza nei processi, nell’organizzazione, nel servizio al cliente”.

Riproduzione riservata © 2019 viaEmilianet