Marzabotto: ha perso il Pd ma non ha vinto la destra


11 GIU. 2009 – Il Pd ha perso, ma non c’é stata alcuna vittoria del Pdl a Marzabotto: a vincere le comunali è stata una lista civica trasversale che ha sconfitto sia quella di Pd-Idv che quella di centrodestra. A precisarlo è Romano Franchi, neo-sindaco della città simbolo delle stragi nazifasciste. "I risultati delle elezioni appena passate – sottolinea il primo cittadino – hanno visto il PD perdere per la prima volta dal dopoguerra a Marzabotto, poiché ha raggiunto solo il 22,7% a favore della lista civica Romano Franchi sindaco di Marzabotto che ha raggiunto il 57,8%".Franchi tiene a sottolineare che "é assolutamente falso" che la sua lista sia di centrodestra come affermato da alcuni organi di stampa. "Il risultato elettorale alle amministrative – prosegue – è stato il seguente: Lista Romano Franchi Sindaco per Marzabotto: 57,8 %; Lista PD-IDV ed Indipendenti: 22,7 %; Lista Aria nuova per Marzabotto (appoggiata da Pdl e Lega Nord): 19,5 %. La verità è che a Marzabotto il centro-destra alle amministrative non è arrivato neppure al 20%". "La mia – prosegue – è una lista civica che ha avuto uno straordinario successo, ha ricevuto voti trasversalmente, è nata fuori dai partiti e, sulla base del programma è stata appoggiata dai partiti della sinistra fino all’Udc. I nostri valori sono la pace, l’antifascismo, il lavoro, il rispetto della dignità di ogni uomo. E’ vero invece che è stata sconfitta la lista ufficiale del Pd".Romano Franchi, 40 anni di militanza in quello che adesso è il Pd, è stato espulso dal partito nel marzo scorso. E’ già stato sindaco di Marzabotto.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet