Marr approva bilancio, ricavi a 1,5 miliardi


L’Assemblea degli Azionisti di MARR S.p.A. (Milano: MARR.MI), società leader in Italia nella commercializzazione e distribuzione di prodotti alimentari al foodservice, ha approvato oggi il bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2016.
L’esercizio 2016 si è chiuso con ricavi totali consolidati pari a 1.544,4 milioni di Euro, rispetto ai 1.481,0 milioni del 2015.
In crescita anche la redditività operativa con l’EBITDA a 111,0 milioni di Euro (105,7 nel 2015) e l’EBIT a 92,7 milioni (89,1 nel 2015).
L’utile netto consolidato è stato pari a 58,5 milioni di Euro, in incremento rispetto a 58,1 milioni del 2015, nonostante nel 2016 siano stati registrati oneri non ricorrenti per 1,1 milioni di Euro relativi alla riorganizzazione delle attività DE.AL (avvio della Filiale MARR Adriatico dal 1° ottobre 2016), mentre nel 2015 era stato contabilizzato un provento non ricorrente per 1,7 milioni di Euro relativo al saldo prezzo (più interessi) della cessione delle quote di Alisea Cessione del marzo 2014 con una quota di prezzo subordinata al realizzarsi di una condizione sospensiva relativa all’aggiudicazione – in via definitiva – ad Alisea di importanti servizi di ristorazione in appalto, condizione avveratasi nell’ultima decade di luglio 2015. Il relativo provento è stato contabilizzato per intero nel terzo trimestre 2015. .

La Posizione Finanziaria Netta al 31 dicembre 2016 si è attestata a 177,5 milioni di Euro (164,5 milioni a fine 2015), mentre il patrimonio netto consolidato ha raggiunto i 285,6 milioni di Euro (271,8 milioni di Euro nel 2015).
La Capogruppo MARR S.p.A. ha chiuso l’esercizio 2016 con 1.421,3 milioni di Euro di ricavi totali (1.386,0 milioni del 2015) ed un utile netto di 55,8 milioni di Euro, che nel confronto con i 56,5 milioni del 2015 risente dei già commentati oneri non ricorrenti nel 2016 e di proventi non ricorrenti nel 2015.

L’Assemblea ha approvato la distribuzione agli Azionisti di un dividendo lordo di 0,70 Euro per azione (0,66 Euro l’anno precedente) con “stacco cedola” (n.13) il 22 maggio, record date il 23 maggio e pagamento il 24 maggio. L’utile non distribuito viene accantonato a Riserva.

Nei primi tre mesi dell’anno, che storicamente per effetto della stagionalità sono poco significativi per il loro contributo ai ricavi di vendita dell’intero esercizio, le vendite consolidate del Gruppo MARR si sono confermate in crescita e in linea con gli obiettivi prefissati.
Secondo i piani anche il contributo della Pasqua (in calendario quest’anno il 16 aprile rispetto al 27 marzo nel 2016) alla principale categoria dei clienti dello Street Market.

In relazione alla scadenza degli organi sociali, l’Assemblea degli Azionisti ha proceduto alla nomina del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale.
I componenti degli organi di amministrazione e controllo sono stati eletti dalla Lista n. 1 presentata dall’azionista di maggioranza Cremonini S.p.A. e dalla Lista n. 2 depositata da azionisti di minoranza titolari complessivamente di una percentuale pari al 3,59% del capitale sociale.

Consiglio di Amministrazione: Claudia Cremonini; Vincenzo Cremonini; Paolo Ferrari; Marinella Monterumisi; Francesco Ospitali; Ugo Ravanelli; Pierpaolo Rossi; Rossella Schiavini e Alessandro Nova. Confermato Amministratore Delegato Francesco Ospitali.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet