Maroni a Porretta Terme è “solo uno spot”


30 GIU 2009 – Finalmente anche dentro il Pd qualcuno comincia a mettere in forse la serietà della “operazione Porretta Terme” del ministro leghista Maroni. "Ho molti dubbi sul fatto che il ministro dell’Interno Roberto Maroni possa assolvere con efficacia al suo mandato di consigliere comunale di Porretta Terme. Come potrà partecipare alle riunioni periodiche del Consiglio e delle commissioni consiliari? Come potrà mantenere un rapporto costante con i cittadini, come deve fare ogni buon consigliere comunale? C’é il forte dubbio che si tratti di uno spot propagandistico per la Lega Nord".Così il senatore del Pd Walter Vitali commenta il nuovo incarico di Maroni nella cittadina termale dell’Appennino tosco-emiliano. "Il ministro – prosegue – avrebbe potuto rinunciare in favore del candidato che ha ottenuto più voti dopo di lui, e questo non gli avrebbe impedito di sostenere ugualmente le legittime istanze della città di Porretta Terme, visto che la conosce e la frequenta periodicamente. L’onere della prova ora spetta al ministro. Dimostri non solo a me, ma ai cittadini di Porretta Terme, che ho torto e sarò ben lieto di prenderne atto. Ma se ho ragione, è bene che il ministro ammetta lealmente che non può assolvere al suo mandato di consigliere comunale e ne tragga le conseguenze dimettendosi".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet