Marconi, pronto il restyling


Praticamente finiti i lavori per il restyling e l’ampliamento del terminal, iniziati nel 2011 all’aeroporto Marconi di Bologna. L’inaugurazione ufficiale è in programma a febbraio: ad annunciarlo Giada Grandi, presidente di Sab, che oggi ha incontrato la stampa, insieme alla Provincia, per presentare un progetto per la riduzione della Co2 prodotta dall’attività dello scalo. “Siamo quasi a posto” afferma Grandi. “L’unica parte che non siamo riusciti a finire in tempo – spiega – è quella dei finger”, cioè i corridoi mobili che collegano i gate agli aerei, “per i problemi che abbiamo avuto con il cambio di appalto”. Per il resto, assicura, sarà tutto pronto per il taglio del nastro: dalle aree commerciali (andside e airside) ai banchi per il check-in. Nel frattempo, è ancora aperta la partita per portare una compagnia aerea degli Emirati arabi al Marconi: “Sono in corso le trattative, speriamo di avere una risposta entro primavera”. Per quanto riguarda la riduzione della Co2, il Marconi è partner del progetto europeo “D-Air” (Decarboneted Airport Region) il cui obiettivo, in sinergia con altri nove scali del vecchio continente, è di condividere un programma di politiche aeroportuali e trasportistiche. Si tratta di “un fiore all’occhiello e allo stesso tempo di una grande responsabilita””, sottolinea la presidente della Provincia, Beatrice Draghetti, soddisfatta di un lavoro svolto “in maniera proficua e in stretta collaborazione con altri Paesi europei, che ci ha permesso di avere uno scambio molto importante di buone pratiche”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet