Marconi, a luglio sfiorati i 700mila passeggeri


Estate da record per il Marconi: nel mese di luglio i passeggeri hanno sfiorato i 700 mila passeggeri (693.089, +3,5% su luglio 2014), risultato che costituisce il miglior mese in assoluto della storia dell’aeroporto. I passeggeri su voli internazionali sono stati 522.871 (+6,5%), quelli su voli nazionali 170.218 (-4,9%). Nella suddivisione per tipologia di vettore, i passeggeri su voli di linea sono cresciuti del 5,1%, in frenata quelli su voli charter (-25%) in conseguenza della difficile situazione di alcune mete del Bacino del Mediterraneo. Queste le mete più ‘gettonate’ di luglio: le capitali europee, la Sicilia e il Sud Italia tra le destinazioni di linea (con, nell’ordine, Parigi, Londra, Francoforte, Barcellona, Istanbul, Catania, Palermo, Madrid, Amsterdam e Lamezia ai primi 10 posti), le isole della Grecia e quelle della Spagna tra le destinazioni charter (con Palma di Maiorca, Rodi, Tenerife, Kos e Mahon a guidare la classifica). Nei primi sette mesi dell’anno i passeggeri complessivi sono stati 3.860.217, con una crescita del 2,5% sullo stesso periodo del 2014.

L’Autorità di Regolazione dei Trasporti ha deliberato la conformità al Modello tariffario di riferimento della proposta definitiva di revisione delle tariffe aeroportuali per il quadriennio 2016-2019 di Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna S.p.A. L’ha scritto la società in una nota. La delibera è condizionata all’applicazione di alcuni correttivi tra cui la definizione di livelli qualitativi di servizio con i vettori, che Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna è chiamata a recepire entro 90 giorni. La proposta, pubblicata sul sito della società bologna-airport.it nella sezione ‘Business Aviation/Tariffe Aviation’ dell’Area ‘La Società’, era stata presentata lo scorso 17 luglio, a seguito della conclusione della fase di consultazioni con gli utenti. (ANSA).
YC8-BS/ S57 QBXJ

 

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet