Marazzi, 30 milioni da Bper per lo stabilimento di Finale


BOLOGNA, 30 AGO. 2012 – Accordo tra Banca popolare dell’Emilia Romagna e Marazzi Group per una linea di credito rotativa per 30 milioni di euro della durata di tre anni, che sostituisce e incrementa un’analoga linea di 25 milioni in scadenza a dicembre. Grazie all’intesa firmata ieri, la nuova linea servirà a Marazzi per gli investimenti previsti dal business plan e per il ripristino dello stabilimento di Finale Emilia, danneggiato dal sisma del maggio scorso. "Questo nuovo accordo – ha spiegato Fabrizio Togni, vice direttore generale di Bper e responsabile dell’area affari – dimostra il sostegno concreto che la nostra banca continua ad assicurare alle aziende leader di settore del territorio, nonostante le difficoltà congiunturali aggravate dal sisma del maggio scorso. Si conferma, inoltre, la tradizionale vicinanza di Bper a un Gruppo che ha saputo crescere nel tempo tramite l’internazionalizzazione, mantenendo tuttavia una particolare attenzione al comprensorio della ceramica, dove Marazzi continua ad effettuare una parte significativa degli investimenti del Gruppo". "Questa operazione con Bper – osserva Maurizio Piglione, amministratore delegato di Marazzi Group – oltre a essere un ulteriore testimonianza della collaborazione che dura da decenni, supporta il Gruppo Marazzi nella continuazione dei propri programmi di innovazione tecnologica e di sviluppo internazionale. In un momento di cambiamento strutturale dei mercati, il sostegno del sistema bancario è fondamentale per mantenere la spinta alla crescita delle aziende e rafforzare la filiera dei loro clienti e fornitori".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet