Maltempo, Regione valuta stato di emergenza


Oltre 350 volontari per 82 squadre attive dal 21 febbraio ad oggi. Sono le forze messe in campo dall’Agenzia regionale di Protezione civile per contrastare i disagi causati dal maltempo che sta colpendo, soprattutto in queste ore, l’Emilia-Romagna.

Il presidente della Regione ha chiesto lo stato di mobilitazione del servizio nazionale della Protezione civile per far fronte a eventuali ulteriori necessità di intervento, quali uomini e attrezzature specialistiche. Nel frattempo sono state attivate tutte le risorse del sistema regionale a supporto dell’ingente sforzo operativo messo in campo dagli enti locali di tutta la regione.

Ed è già emergenza ‘gelicidio’ per l’intera giornata di domani: è stata infatti appena diffusa dall’Agenzia un’allerta arancione per pioggia che gela al suolo per venerdì 2 marzo da Reggio Emilia alla costa, mentre continueranno le nevicate nel piacentino e nel parmense.
Per questo vigilanza, monitoraggio e assistenza della macchina della Protezione civile regionale proseguiranno senza sosta e, se i fenomeni dovessero avere rilievo nazionale, potrà essere valutata anche la dichiarazione di stato di emergenza.

E proseguono le attività dell’Anas per garantire la transitabilità sulla rete stradale di competenza, dove nevica intensamente fino a quote di pianura. Al momento sono oltre 220 i mezzi sgombraneve e spargisale impiegati in tutta la regione per fronteggiare le condizioni meteo. La circolazione è rallentata ma non risultano al momento situazioni di traffico bloccato o criticità rilevanti.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet