Maltempo, agricoltura emiliana in ginocchio


Il maltempo che ha colpito l’Emilia, accompagnato da tornado a Nonantola e Minerbio, ma che ha visto anche intense grandinate in po’ ovunque, ha di nuovo messo in ginocchio la campagna. E’ la terza calamità dopo terremoto ed alluvione” scrive Confagricoltura Modena, che rilancia la richiesta di una No Tax Area. La grandine ha danneggiato le coltivazioni frutticole come la vite che nell’area del carpigiano è stata completamente defogliata; peri e ciliegi i cui rami si sono spezzati mentre i frutti, in avanzato stadio di maturazione, sono stati colpiti. Danni si registrano anche alle coltivazioni erbacee quali frumento, pomodoro e orticole che in alcune zone sono stati completamente annientati, aggiunge Coldiretti. Agrinsieme Modena poi aggiunge: “L’ennesima calamità che si accanisce sugli stessi territori, in alcune aree danni del 100% a vigneti, frutteti e seminativi. Stiamo valutando se ci sono le condizioni per richiedere lo stato di calamità naturale”. Intanto, oggi e domani previsto nuovo maltempo, con temporali che possono anche essere intensi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet