Magni cresce, e investe 80 milioni


Un piano investimenti da 80 milioni nei prossimi anni per realizzare il sogno di una vita: un nuovo polo industriale che si sviluppa su 20 ettari capace di aumentare la produzione e di ospitare centri per la ricerca e la formazione oltre che alcuni fornitori diretti.
Avviata dal consiglio comunale di Castelfranco Emilia la procedura per la conversione dell’area, sorgerà a Cavazzona proprio di fronte all’attuale stabilimento il nuovo sito produttivo della Magni, azienda che progetta e produce sollevatori telescopici, nata nel 2012 con poco più di una decina di addetti e che ora conta 120 lavoratori con 60 milioni di fatturato. L’obiettivo con l’ampliamento è arrivare a 150 milioni nel giro di tre anni, con importanti ripercussioni per l’occupazione. Dietro la Magni Telescopic Handlers c’è però anche una storia di rivincita. Tutto nasce nell’72 con la Fargh azienda di famiglia che nell’85 passa sotto il controllo del colosso francese della Manitou. Una convivenza che dura fino al 2009 quando Riccardo Magni cede la sua quota firmando un patto di non concorrenza di tre anni terminato il quale nel 2012 esce allo scoperto con una nuova avventura proprio di fronte ai rivali transalpini.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet