Magneti Marelli, presidio Cgil per la rappresentanza


BOLOGNA, 2 MAR. 2012 – "Ciò che sta accadendo alla Fiat non si può accettare, bisogna reagire". Continuano le iniziative promosse dalla Cgil dell’Emilia-Romagna dopo la "cacciata" dei delegati Fiom dalla Magneti Marelli di Bologna, per ribadire che "senza rappresentanza non c’é democrazia". Il prossimo appuntamento è martedì 6 marzo, quando il sindacato si troverà unito in assemblea davanti alla sede dell’azienda. Sono attese 2000-2500 persone. Da mezzogiorno alle 14.30 in via Timavo si ritroveranno delegati, quadri e attivisti della Cgil di tutte le categorie. "Ci troveremo davanti all’azienda per dire che siamo con i lavoratori che sono lì dentro, non li lasciamo soli", ha spiegato Bruno Papignani, segretario della Fiom bolognese. Sono previsti, tra gli altri, interventi di Giorgio Airaudo, della segreteria Fiom nazionale, e di Vincenzo Scudiere, della segreteria Cgil nazionale.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet