Macchine per ceramica a Indian Ceramics


Le macchine italiane per ceramica saranno protagoniste a Indian Ceramics 2014, in programma dal 26 al 28 febbraio ad Ahmedabad, nella regione del Gujarat, presso il Gujarat University Exhibition Centre. Eccellente vetrina per le più recenti innovazioni tecnologiche, Indian Ceramics 2014 registra una folta presenza di tecnologie made in Italy, con aziende quali Sacmi, SITI B&T, System, LB Officine Meccaniche, Smac, Air Power, Setec, Tecnoferrari, Mectiles, Cielle e Tecnopress nel comparto macchine per ceramica, Bernini, Bongioanni, Capaccioli, Icra e Tecnofiliere nel settore impianti per laterizio e refrattari, Poligraph, Stylgraph e Tecnografica tra gli studi grafici, oltre a Smalticeram, Smaltochimica e Lamberti per smalti e additivi. Complessivamente le aziende italiane occuperanno un’area di circa 800 mq, di cui circa la metà all’interno della collettiva organizzata da Acimac (Associazione Costruttori Italiani Macchine e Attrezzature per Ceramica).

 

 

La maggiore fiera indiana dei fornitori per l’industria delle piastrelle, sanitari e laterizio – supportata dal Governo indiano in collaborazione con le più importanti associazioni di categoria e organizzata da MMI India (filiale di Messe München International) – punta a superare i risultati registrati nell’edizione 2013, che aveva visto la presenza di oltre 5.000 visitatori. L’India rappresenta uno dei principali mercati di sbocco delle tecnologie per ceramica. Nel 2012 la produzione interna di piastrelle è stata di 691 milioni di mq, con una crescita del 12% sull’anno precedente, che posizionano l’India al terzo posto tra i produttori mondiali dopo Cina e Brasile. Sempre nel 2012 il valore delle esportazioni di macchine italiane per ceramica nell’area “Altri Asia”, che include l’India come principale mercato, è stato di 212,4 milioni di euro, pari al 16,5% delle esportazioni.

 

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet